12 anni schiavo, le curiosità sul film

Inserire immagine
12 anni schiavo

Lunedì 16 febbraio alle 21.10 va in onda in prima visione tv 12 anni schiavo , il capolavoro di Steve McQueen con Chiwetel Ejiofor, Michael Fassbender e Lupita Nyong'o che si è aggiudicato tre premi Oscar. Scopri le curiosità sul film.

Lunedì 16 febbraio alle 21.10, appuntamento d'eccezione con il grande cinema con la prima visione tv di 12 anni schiavo, capolavoro di Steve McQueen che racconta la tragica epopea di Solomon Northup, apprezzato musicista afroamericano che a metà del XIX secolo si ritrova ridotto in schiavitù. Il cast d'eccezione comprende il protagonista Chiwetel Ejiofor, Lupita Nyong'o, Michael Fassbender, Benedict Cumberbatch, Paul Giamatti e tanti altri. Ecco alcune curiosità sulla pellicola.

Baffi alcolici - Per interpretare meglio il ruolo dell'alcolizzato, Michael Fassbender si faceva impregnare i baffi di alcol dal suo truccatore, di modo che gli altri attori sentendone l'odore reagissero in maniera naturale.

Ripensamenti - In principio Chiwetel Ejiofor aveva rifiutato il ruolo del protagonista Solomon Northup per il timore di non essere all'altezza, ma in seguito alle insistenze del regista Steve McQueen ha finito con l'accettare e per prepararsi adeguatamente ha preso lezioni di violini e ha compiuto studi approfonditi sull'ambiente delle piantagioni della Louisiana.

Albero insanguinato - L'albero attorno al quale Solomon vede tanti schiavi finire linciati era effettivamente utilizzato un tempo per quello scopo ed è tutt'oggi circondato dalle tombe degli uomini che vi sono morti.

Intensità emotiva - Durante le riprese di una scena particolarmente cruda Michael Kenneth Williams, l'attore che tra l'altro interpreta Chalky White in Boardwalk Empire, ha avuto un collasso emotivo ed è crollato a terra piangendo. La scena non è però poi stata utilizzata nel montaggio finale.

Esordiente d'oro - Prima di apparire in 12 anni schiavo nel ruolo di Patsey, l'attrice Lupita Nyong'o aveva recitato soltanto in un cortometraggio e una serie tv. Questo fa di lei uno dei rari casi in cui un quasi sconosciuto si aggiudica un Oscar.

Michael & Steve - 12 anni schiavo segna la terza collaborazione consecutiva di Michael Fassbender con il regista Steve McQueen: prima era stato protagonista nei suoi film Hunger e Shame.

Era tutto già scritto - Steve McQueen stava pensando da anni a una sceneggiatura in cui un afroamericano libero finisce ridotto in schiavitù, ma non riusciva a ottenere un risultato soddisfacente. Quando la moglie gli ha segnalato la biografia di Solomon Northup, che corrisponde alla perfezione alla storia che McQueen voleva raccontare, il regista ha capito subito di avere finalmente trovato quel che stava cercando.

Pioniere - Steve McQueen è il primo regista di colore a vincere un Oscar (gli Academy Awards da questo punto di vista non hanno una grande fama) per il Miglior film.

Brad scende in campo - Brad Pitt, che è produttore di 12 anni schiavo e ha una piccola parte nel film, ha affermato di essersi deciso a comparire di persona sul set solo perché la sua partecipazione avrebbe reso più facile ottenere finanziamenti per la pellicola.