50 sfumature di parodie. VIDEO

Inserire immagine

Da un'improbabile Anastasia Steel con il volto di Ellen DeGeneres alla versione Lego e Disney, fino a un Christian Grey fatto di spugna come il personaggio dei cartoni animati SpoongeBob. Ecco tutte le imitazioni del film più atteso del momento

Dalle pagine del libro al grande schermo, fino ad arrivare al pc. La pellicola più attesa del momento, ispirata al romanzo di E.L. James, è appena sbarcata nelle sale e online è tutto un brulicare di parodie all'insegna della più spietata ironia.

Nei panni di Anastasia - Una delle imitazioni più riuscite è quella ad opera della conduttrice e comica televisiva Ellen DeGeneres, perché - spiega lei stessa - "nessuno conosce il modo di usare un frustino meglio di me". Così eccola con parrucca color castano sulla testa a fare i conti con i gusti erotici del bel Christian Grey, mentre si cimenta in un comico siparietto seduttivo. Il video su Youtube sfiora i 4 milioni di click.



50 sfumature di Buscemi - Non mancano le contaminazioni cinematografiche. Cosa succederebbe se a dare il volto all'affascinante Christian Grey fosse l'attore Steve Buscemi? Online da pochi giorni, il video, che fonde sapientemente il trailer di 50 sfumature di grigio e alcune scene girate da Buscemi sul set di Fargo, Mr. Deeds e Boardwalk Empire, su YouTube è già stato visto più di 2 milioni di volte.



I Lego lo fanno strano - E se al posto degli attori Jamie Dornan e Dakota Johnson il film diretto da Sam Taylor-Johnson avesse per protagonisti due omini dell'universo dei Lego? Lo hanno immaginato gli animatori Antonio e Andrea Toscano che hanno realizzato una versione in stop-motion del trailer del film tutta di mattoncini, con tanto di scene di passione e "stanza rossa". A una settimana  dalla messa online il video conta oltre 3 milioni di visualizzazioni su YouTube.



Animazioni hot - Anche i personaggi dei cartoni animati sanno essere passionali. Almeno a giudicare dalla versione della locandina di 50 sfumature di grigio che ha per protagonista SpongeBob, la spugna marina più famosa del piccolo schermo che abbandona il fondo dell'oceano per destreggiarsi fra affari e amore negli uffici della Grey Enterprises.


I ruoli si invertono, invece, nel mondo di plastica di Barbie. Qui è la donna a condurre il gioco, mentre un lontano parente di Ken (con meno fascino e meno muscoli) veste i panni dell'impacciato giornalista che nel film ha il volto dell'attrice Dakota Johnson.



La sensualità lascia spazio al romanticismo, invece, se a vestire i panni dei protagonisti del romanzo erotico spuntano i personaggi del film della Disney Frozen-Il regno di ghiaccio. Così 50 sfumature di grigio diventa la storia di un amore da favola tra Anna e il Principe Hans.



Parodie pubblicitarie - I più esilaranti sono i riadattamenti ad opera di due noti brand commerciali. La casa automobilista Audi mostra una sosia di Anastasia Steel intenta ad intrattenere - fra frustini, collari borchiati e manette - chiunque incontri in ascensore, proponendo a marito e moglie pure un menage a trois, finché non si imbatte nelle chiavi di un'Audi. Mentre l'azienda di condom Trojan entra nei problemi di coppia di due giovani innamorati alle prese con la consulenza di uno psicoterapeuta, per consigliare al pubblico di farlo strano, ma soprattutto sicuro.