Burt Reynolds, altre ottanta (sporche) ultime mete

Inserire immagine
Burt Reynolds nel 1974, anno di Quella sporca ultima meta

L'attore e regista americano celebra i suoi ottant'anni su sky Cine Classics: per l'occasione alle ore 21 di giovedì 11 febbraio, viene proposto uno dei suoi film più celebri, un vero cult, Quella sporca ultima meta

Un duro dagli occhi dolci. E, al di là delle interpretazioni, un grande di Hollywood. Compie 80 anni l’affascinante attore e regista americano Burt Reynolds e Sky Cinema Classic gli dedica l’appuntamento della prima serata di giovedì 11 febbraio con Quella sporca ultima meta (1974), un cult carcerario, di passione, disperazione e redenzione, che ha avuto un sequel nel 2005, uscito in Italia con il titolo L'altra sporca ultima meta, diretto da Peter Segal con Adam Sandler nel ruolo di protagonista che fu di Reynolds.

Il film racconta la vicenda dell'ex-campione di football americano Paul Crewe che in piena crisi per la fine della sua carriera, finisce in prigione per aver sottratto e distrutto, ubriaco, la costosa auto della sua fidanzata. Saputo dei suoi trascorsi professionistici, il direttore del carcere lo vuole per capitanare una raccogliticcia squadra di detenuti per un sfida contro la squadra delle guardie di sorveglianza. Crewe non vorrebbe accettare, ma il direttore lo costringe. Paul riesce a creare uno spirito di squadra che si manifesta durante l'incontro, dove i detenuti mettono in seria difficoltà le guardie ma il direttore non vuole perdere e prova a giocare sporco...