Il Caso Spotlight, un'anteprima da Oscar

Inserire immagine
Il Caso Spotlight

Tre riconoscimenti ai Bafta e tre ai Golden Globe, ora quattro nomination agli Oscar 2016: miglior attore non protagonista a Mark Ruffalo, miglior attrice non protagonista a Rachel McAdams, miglior sceneggiatura originale e miglior montaggio. Un'anteprima de Il Caso Spotlight, al cinema dal 18 febbraio, è su Sky Cinema 1 mercoledì 17 alle ore 21

E' uno dei film più attesi. Nelle sale cinematografiche e agli Oscar, che seguiremo in diretta su Sky nella notte di domenica 28 febbraio. Il Caso Spotligh ha già incamerato tre riconoscimenti ai Bafta e altrettanti ai Golden Globe. Alla Notte degli Oscar 2016 arriva con un poker di nomination: miglior attore non protagonista a Mark Ruffalo, miglior attrice non protagonista a Rachel McAdams, miglior sceneggiatura originale e miglior montaggio. Un' anteprima de Il Caso Spotlight, al cinema dal 18 febbraio, è su Sky Cinema 1 mercoledì 17 alle ore 21.

Il film racconta una storia vera. Purtroppo. Siamo all'alba degli anni Duemila quando al Boston Globe, ed è l'estate del 2001, arriva da Miami un nuovo direttore, Marty Baron. E’ deciso a rilanciare il giornale e non teme le inchieste più scottanti e pericolose: libera dal lavoro di redazione un team di giornalisti investigativi e lo ribattezza Spotlight. Il primo caso che il giornale affida al team riguarda un sacerdote che nel corso di trent’anni ha abusato numerosi giovani senza che contro di lui venissero presi provvedimenti drastici. Il direttore Baron è certo che il cardinale di Boston fosse al corrente del problema e che abbia fatto il possibile e l'impossibile perché la vicenda venisse insabbiata. Nasce così un’inchiesta che da quello che pareva un caso grave ma isolato apre agli occhi del mondo un dramma ben più ampio: il numero di abusi di minori in ambito ecclesiale in quella diocesi era infinitamente più alto. Il film racconta questa storia che non si può tacere.