Deadpool, arriva l’antieroe firmato Marvel con Ryan Reynolds

Inserire immagine
Ryan Reynolds è Deadpool

Grande successo ai botteghini americani per Deadpool, l’atteso film 20th Century Fox basato sul noto personaggio Marvel Comics. Da noi arriverà il 18 febbraio

Se gli eroi della Marvel al cinema sono amati, gli antieroi piacciono ancora di più.. Già uscito negli Stati Uniti,  Deadpool, film tratto dal fumetto dell'antieroe per eccellenza Wade Wilson/Deadpool, fa furore al box office Usa, con un incasso record di 135 milioni di dollari in soli tre giorni di uscita nelle sale. Per fare un paragone, 50 sfumature di grigio, uscito a San Valentino dello scorso anno aveva fatto record con "soli" 85 milioni. Al risultato americano poi, occorre aggiungere 125 milioni di dollari raccolti dal film nei mercati internazionali in cui è già uscito (in Italia arriverà il 18 febbraio) per un totale di ben 260 milioni di dollari in tutto il mondo solo nel primo weekend.
 

Protagonista principale è Ryan Reynolds che interpreta Wade Wilson. L’attore si è sempre interessato a questo personaggio fin dal 2004 ma solo nel 2009 l'attore canadese riuscì ad indossare la tutina rossa di Deadpool. Successe in  X-Men: le origini - Wolverine. Ora però arriva un film tutto suo. Grande fan dei fumetti e già protagonista di Lanterna verde, Reynolds ha tenuto duro ed è stato premiato.
 

Ma perché piace tanto Deadpool? La risposta a questa domanda è con ogni probabilità da cercarsi soprattutto nel suo umorismo tagliente  - Deapool parla così tanto da essere soprannominato il Mercenario chiacchierone - e nella natura 'umana' dei suoi superpoteri: a causa di un tumore che lo colpisce in giovane età, viene sottoposto a un esperimento che rende il suo corpo coperto di cicatrici ma in grado di guarire con facilità. Deadpool diventa dunque un soldato mercenario, spiritoso e a volte un po' goffo, che non risparmia al pubblico parolacce e allusioni sessuali.  Deadppol, diretto da Tim Miller, è insomma anticonvenzionale e molto lontano dai film di fumetti come siamo abituati a vederli. "Abbiamo cercato di restare aderenti al personaggio raccontato nelle strisce - conclude Reynolds - Deadpool è consapevole di essere un antieroe dei fumetti e noi siamo stati fedeli a questa idea. In questo modo siamo riusciti a raccontare una storia fuori dagli schemi".