Shaun, vita da pecora è su Sky Cinema Family

Inserire immagine
Un'immagine tratta dal film

Arriva su Sky Cinema Family, in prima tv, sabato 27 febbraio alle 21.00 Shaun, vita da pecora - Il film di Mark Burton e Richard Starzack. Un nuovo capolavoro d’animazione dello studio inglese Aardman

La fantasia e  creatività dello studio Aardman di Bristol è confermata ancora una volta da questo geniale film d'animazione, molto British e davvero poco Hollywoodiano. Dopo la serie Wallace & Gromit e il lungo metraggio Chicken Run (Galline in Fuga), Shaun la Pecora riesce ad accattivare bambini e adulti, tanto che, aggiungiamo noi, la prima tv su Sky Cinema Family, sabato 27 febbraio alle 21.10 è un evento da non perdere.
 

Il film d’animazione, diretto da Mark Burton e Richard Starzack, racconta di Shaun che, per uscire dalla routine della fattoria, pensa a un piano per avere un giorno libero: far addormentare il Fattore facendo saltare tutte le pecore, una ad una, dalla staccionata mentre lui le conta. Quindi, muovendosi silenziosamente, lo portano in una vecchia roulotte parcheggiata in un angolo del campo, ricreando tutte le condizioni tipiche della notte. Ma la roulotte inizia a muoversi, dirigendosi precipitosamente verso la strada, con il Fattore avvolto in un sonno profondo ancora al suo interno. Shaun e il gregge rimangono alla fattoria, ma il caos prende il sopravvento.

Ricordiamo che Shaun – Vita da pecora prende le mosse dall'omonima serie animata a puntate che da anni riscuote uno straordinario successo tra grandi e piccini di tutto il mondo.

La peculiarità di Shaun, Vita da Pecora (sia per quanto riguarda il film che la serie televisiva) è l'essere completamente priva di dialoghi: Shaun e i suoi amici si esprimono infatti tramite i propri versi animaleschi, mentre gli esseri umani – visti dalla prospettiva degli animali – emettono strani ed incomprensibili grugniti e borbottii. Nonostante ciò i personaggi riescono a farsi comprendere alla perfezione e questo è sicuramente una grande nota di merito per gli autori.