Brie Larson, un talento da Oscar

Inserire immagine
Brie Larson, premio Oscar come Miglior attrice protagonista con Room (Getty Images)

Brie Larson ha cominciato da giovanissima come attrice di cinema e tv e come cantante e negli anni ha dimostrato di essere uno dei talenti più promettenti di Hollywood. La conferma è arrivata con il premio Oscar come Miglior attrice protagonista per la sua intensa interpretazione in Room.

 

Brie Larson, un nome fino a ieri noto a molti, ma non a tutti. Ma con l’Oscar come Miglior attrice protagonista per la sua incredibile interpretazione in Room, film che racconta di una madre e di un bambino che vivono reclusi in una stanza, in ostaggio di uno squilibrato, è automaticamente diventata uno dei talenti più gettonati del momento.

 

Ma chi è Brie Larson? Nata a Sacramento, in California, nel 1989, comincia a lavorare nello spettacolo sin da bambina, e già solo a 12 anni è protagonista della sitcom Raising Dad. La tv, però, le sta stretta: la nostra eroina lavora anche al cinema, e in più si cimenta con la musica. Il suo primo (e finora in realtà anche unico) disco è del 2005, intitolato Finally Out of P.E.

 

Negli anni tra il 2000 e il 2009 Brie Larson intraprende una lunga gavetta che le permette di arrivare preparata alle prime grandi occasioni. Nel 2009 è tra le star della bizzarra serie tv United States of Tara, in cui interpreta la figlia di una donna che soffre di un disturbo dissociativo dell’identità, con le sue diverse personalità che emergono di volta in volta, con disastrosi ma anche spassosi risultati.

 

Nel 2010 è al cinema al fianco di Ben Stiller ne Lo stravagante mondo di Greenberg, di Noah Baumbach, e in Scott Pilgrim vs The World, film tratto da un popolare fumetto canadese, in cui il protagonista (Michael Cera) deve combattere contro i pericolosi ex-fidanzati della sua innamorata.

 

Negli anni successivi lavora con Channing Tatum e Jonah Hill in 21 Jump Street, con Joseph Gordon-Levitt e Scarlett Johansson in Don Jon e con Mark Wahlberg in The Gambler. Nel frattempo, prende parte a tre puntate della popolare serie tv Community. Ormai è chiaro: Alison Brie è pronta al grande salto.

 

L’occasione della vita arriva con una pellicola difficile, molto differente da quelle in cui Alison ha recitato finora: si tratta di Room di Lenny Abrahamson. La drammatica vicenda raccontata nel film, incentrato sulla forza del legame madre-figlio, permette all’attrice di mettere in luce tutto il suo potenziale. 

 

La sua performance non passa certo inosservata, tanto che arriva la nomination agli Academy Awards 2016 come Miglior attrice protagonista e cominciano a piovere premi: Alison Brie vince ai Golden Globe, ai British Academy Awards, ai Critic’s Choice Movie Awards, agli Screen Actors Guild Awards. 

 

È un trionfo che culmina nella Notte degli Oscar, durante la quale riceve la più ambita delle statuette. E il futuro di questa giovane star si prospetta sempre più roseo. Forte del suo Oscar, Alison Brie è già pronta a tuffarsi in una serie di nuovi progetti. Statene certi: sentiremo il suo nome sempre più spesso…