Chi è senza colpa, un grande Tom Hardy nell’ultimo film di Gandolfini

Inserire immagine
James Gandolfini e Tom Hardy interpreti del film "Chi è senza colpa"

Il regista belga di Bullhead, Michaël R. Roskam, porta sul grande schermo una racconto noir di Dennis Lehane, con Tom Hardy, Noomi Rapace, Matthias Schoenaerts e James Gandolfini, qui nella sua ultima interpretazione. Appuntamento su Sky Cinema 1, in prima tv, venerdì 4 marzo alle 21.10

Per comprendere il fascino e l’intrigo del film Chi è senza colpa (titolo originale The Drop), in prima tv venerdì 4 marzo alle 21.10 su Sky Cinema 1, basterà dare un occhiata allo sceneggiatore, al regista e gli attori del cast. In primis il film si basa sul racconto Animal Rescue (inserito nella raccolta Boston Noir) dello scrittore bostoniano Dennis Lehane che molto ha dato al cinema e che ha utilizzato la sceneggiatura del film come intreccio per il romanzo The Drop, pubblicato al inizio del 2015 anche in Italia. Quest’autore è una delle figure più importanti del panorama letterario americano legato al noir e il suo legame con il cinema è particolarmente stretto. Il Mystic River che Clint Eastwood ha realizzato nel 2003 è tratto dal suo omonimo romanzo, Ben Affleck ha utilizzato Gone Baby Gone nel 2007 per il suo debutto quale regista di lungometraggi e Martin Scorsese ha portato sullo schermo nel 2010 Shutter Island. Il film è diretto dal  giovane  Michaël R. Roskam che dirige con mano ferma un thriller all’apparenza dimesso ma invece ha il pregio di valorizzare un cast di grandi attori. Tom Hardy, James Gandolfini, qui alla sua ultima apparizione su grande schermo e una convincente Noomi Rapace.

Bob Saginowski (Hardy) e suo cugino Marv (Gandolfini), sono gestori di un bar di Brooklyn, un luogo che viene utilizzato per riciclare denaro sporco (un drop bar per l’appunto). Sebbene Bob sia a conoscenza delle attività illegali che si svolgono sottobanco nel bar, l’uomo cerca di tenersi a una certa distanza e di non farsi coinvolgere troppo. Solitario, misterioso, silenzioso, Bob ogni mattina si reca a messa in una Chiesa cattolica del quartiere senza tuttavia fermarsi a prendere la Comunione… La sua vita subisce una svolta quando salva per caso un cagnolino, brutalmente picchiato, e abbandonato in un bidone della spazzatura all’interno del cortile di una casa di proprietà di una giovane ragazza di nome Nadia (Noomi Rapace). Il cane e la ragazza rappresenteranno per Bob un nuovo inizio. La possibilità di prendersi cura di entrambi è per lui preziosa chance per redimersi da un passato segnato dal peccato e da scelte sbagliate. Il desiderio di Bob di aspirare a un vita migliore è chiaro fin da subito, fin da quando sceglie di chiamare il cucciolo di pittbull Rocco, in onore della statua di San Rocco che ha visto all’interno della Chiesa dove si reca tutti i giorni. Ma le buone intenzioni del giovane sono messe a dura prova sia dal cugino Marv che da Eric Deeds, ex fidanzato violento di Nadia e proprietario del cane. Quando Deeds incrocia Bob per ricattarlo e minaccia di far del male alle sole due cose cui l’uomo sembra realmente tenere, scatena in lui una reazione inaspettata