Race il colore della Vittoria, l'anteprima è su Sky Cine News

Inserire immagine

Barbara Tarricone ci racconta il film Race il colore della Vittoria, la storia di Jesse Owens, l'atleta nero che vinse quattro medaglie d'oro davanti a Hitler. In attesa della sua uscita nei cinema (il 31 marzo distrubuito dalla Eagle), non perdere alcuni minuti di anteprima del film all’interno di Sky Cine News. Appuntamento martedì 29 marzo alle 21.00

 

di Barbara Tarricone

C’è una storia  che è forse la storia sportiva più bella del mondo. Una di quelle che accadono una volta sola e che fanno appassionare anche chi non necessariamente ama lo sport. Questa è la storia di Jesse Owens, nato J.C Owens, ma chiamato Jesse perché la maestra delle elementari aveva capito male quel nome pronunciato con un forte accento del sud. Nipote di schiavi, che raccoglie cotone nei campi a 13 anni ma che è anche un fenomeno sportivo come davvero ne nascono uno ogni centanni. Pensate che quel suo record di 8 metri e 13 del salto in lungo rimase imbattuto per quasi  30 anni. Trent'anni in cui intanto migliorarono condizioni tecniche, attrezzature, condizioni di vita, di nutrizione di allenamento, senza che nessuno però riuscisse a superarlo. Insomma era un super man. A questo aggiungete che l’afromaericano Jesse si qualificò per correre nelle Olimpiadi di Berlino del ‘36, in pieno regime nazista. Vinse 4 medaglie d’oro a di fronte ad Hitler, successi che vennero letti come uno  schiaffo al razzismo dell’epoca.

Lui, probabilmente, voleva solo correre, perché era quello che sapeva fare. E voleva vincere perché era il migliore. Ma su quella pista accadde una cosa che ha dell’incredibile. Un’amicizia con un atleta suo antagonista, il tedesco campione europeo Luz Lang. Nella storia, questa amicizia, testimoniata dalle foto dei due, ebbe un valore enorme. Luz, lontano dall’essere quell’atleta che Hitler avrebbe voluto  come esempio dell’arianità, aveva altre idee e le dimostrò stringendo un’amicizia con Jesse che durò tutta la vita. Finalmente, quasi  80 anni dopo, questa storia arriva al cinema con Race il colore della Vittoria. Io me la sono fatta raccontare da Federico Buffa, e chi c'è meglio di lui per raccontare delle belle storie, e da Stephan James l’attore che lo interpreta e che gli somiglia così tanto da convincere persino le figlie di Jesse.