I grandi registi su Sky Cinema David di Donatello

Inserire immagine

Sul canale 304 di Sky, che dal 15 al 24 aprile dedica la sua programmazione ai film protagonisti delle passate edizioni e che lunedì 18 manderà in onda la cerimonia in diretta dei David di Donatello 2016, ci sarà ampio spazio per i registi premiati nel tempo, da Luchino Visconti a Paolo Sorrentino.

La cerimonia dei David di Donatello 2016 è sempre più vicina: lunedì 18 aprile potremo infatti scoprire i vincitori del prestigioso premio, quest’anno in diretta tv esclusiva alle 20.50 su Sky Cinema 1 HD (canale 301 di Sky), Tv8 (canale 8 del digitale terrestre), Sky Uno (canale 108 di Sky) e per finire su Sky Cinema - David Donatello. Quest’ultimo, il canale 304 di Sky, dedicherà inoltre da venerdì 15 a domenica 24 aprile tutta la sua programmazione ai grandi film che sono stati premiati ai David nel corso degli anni.

 

Non poteva quindi mancare, su Sky Cinema - David di Donatello, un omaggio ai leggendari registi che in passato sono stati protagonisti ai David. E tra questi va subito citato Ettore Scola, vero e proprio maestro del cinema italiano, alla regia di capolavori come Brutti, sporchi e cattivi e Ballando ballando. Il canale 304 di Sky gli renderà i dovuti onori con Una giornata particolare, che nel 1978 gli valse il David per la Miglior regia e che guadagnò ben due candidature agli Oscar (Miglior film straniero e Miglior attore protagonista con un incredibile Marcello Mastroianni).

 

Luchino Visconti, altra grande icona del cinema tricolore, troverà spazio con Ludwig, terzo capitolo della cosiddetta Trilogia tedesca (dopo La caduta degli dei e Morte a Venezia) che racconta dell’ascesa al trono di Baviera di Ludwig II e delle sue difficoltà nel creare un regno fondato sull’armonia. Tripletta ai David di Donatello nel 1973 con i premi per il Miglior film e la Migliore regia e il David speciale al protagonista Helmut Berger.

 

Un colosso come Michelangelo Antonioni sarà invece rappresentato dal suo La notte, film del 1961 che oltre al David come Miglior regista ottenne anche l’Orso d’oro a Berlino. Marcello Mastroianni e Jeanne Moreau sono i protagonisti di questo spietato resoconto sulla giornata di una coppia in crisi. 

 

Un borghese piccolo piccolo, film che nel 1977 fece incetta di premi ai David di Donatello (Miglior film, Miglior regia, Miglior attore protagonista ad Alberto Sordi e David speciali a Vincenzo Crocitti e Shelley Winters), è la scelta ineccepibile per quel che riguarda Mario Monicelli. Ritratto drammatico di un piccolo impiegato presso un Ministero che cerca in ogni modo di instradare il poco brillante figlio sulla sua stessa strada, la pellicola lasciò un segno indelebile nella storia del cinema italiano.

 

Giuseppe Tornatore è presente con L’uomo delle stelle, premiato ai David nel 1996 per Miglior regia, Miglior scenografia e Miglior attore non protagonista (Leopoldo Trieste). Il film racconta di un piccolo truffatore - interpretato da Sergio Castellitto - che gira per la Sicilia degli anni ’50 offrendo di riprendere finti provini cinematografici in cambio di un lauto compenso.

 

Per finire, il premiatissimo Paolo Sorrentino porterà su Sky Cinema – David di Donatello il suo altretanto premiato film Le conseguenze dell’amore. Toni Servillo, David come Miglior attore protagonista, è Titto di Girolamo, un uomo che lava i soldi della Mafia e vive annoiandosi in un albergo svizzero, allietato solo da una dose settimanale di eroina. A scuotere (e stravolgere) la sua esistenza sarà l’incontro con una barista dell’hotel.