I titoli di coda dei film? Li cantano i Dire Straits

Inserire immagine
Il chitarrista dei Dire Straits Phil Palmer - Kikapress

È il progetto di un appassionato di cinema che con il suo Walk of Life Project ha provato ad immaginare come sarebbero alcune celebri pellicole e serie tv se l'happy ending lo cantasse la band britannica. Da Spiderman a Casablanca, dal Re Leone a Inception, passando per Matrix e Friends. GUARDA I VIDEO

 

Il lieto fine? Te lo assicurano i Dire Straits. È il progetto nato da un cinefilo incallito che spinto dalla convinzione che la hit Walk of Life sia “la canzone perfetta per terminare qualsiasi film” si è divertito a sovrapporre ai finali delle più celebri pellicole e serie tv di ieri e di oggi il successo anni Ottanta della band inglese.

Il video di Walk of Life



Il risultato è curioso e regala una chiave di lettura inedita: c’è la telecamera dei protagonisti di The Blair Witch Project del 1999 che vaga all’interno della casa abbandonata nel bosco quando le urla terrorizzate dei ragazzi lasciano spazio al ritmo scanzonato dell’organo che apre la canzone. Oppure c’è l’uscita di scena di Michael Corleone alla fine de Il Padrino che diventa teatrale sulle note di Walk of Life. E che dire di Norman Bates di Psycho, che con questa pimpante colonna sonora acquista quasi un’aria simpatica e rassicurante? L’Uomo Ragno di Spider, invece, non potrebbe scegliere un sottofondo musicale migliore per svolazzare fra i tetti della città.





Il Walk of Life Project, a cui Salomone dedica un sito web e un canale su YouTube, è nato per gioco, come racconta l’ideatore a Gizmodo: “Un mio amico ha scherzato sul fatto che Walk of Life sarebbe la canzone perfetta per il proprio funerale. Così ho iniziato a pensare come questa idea si poteva fondere con la mia passione per il cinema. Ho provato a realizzare un paio di video (con Star Wars e Matrix) e sono rimasto sorpreso di quanto la hit si adattasse bene alle scene finali di entrambi”. Il lavoro che compie Salomone è essenziale: “Non modifico visivamente la clip, semplicemente individuo un punto preciso dove possa avere senso fare iniziare la canzone e il resto va da sé”. Per realizzare i primi contenuti l’utente ha impiegato due mesi, ma già da un paio di anni aveva in mente l’idea. E ora che le persone sembrano godere con entusiasmo del progetto lui non intende fermarsi: “Mi piacerebbe fare di più”, dice sempre a Gizmodo. Intanto l’archivio del Walk of Life Project è già molto fornito e spazia dai cult in bianco e nero come Casablanca al più recente Mad Max: Fury Road, passando per Lost in Translation, Il pianeta delle scimmie, Inception e molti altri.





Pure sit-com e cartoni animati sono coinvolti. Walk of Life Project rende meno amaro l’addio dei protagonisti di Friends che in lacrime lasciano l’appartamento per anni scenario delle loro più strambe avventure. Mentre la salita al regno di Simba del Re Leone ha tutto un altro sapore cantata dai Dire Straits…





A rendere vincente il progetto di Peter Salomone è anche la scelta di raccontare l’happy ending dei film attraverso una canzone che rientra ormai nel bagaglio musicale di chiunque: pubblicata nel 1986 e scritta da Mark Knopfler, frontman della storica band rock britannica, la hit ha scalato le classifiche mondiali stanziandosi alla settima posizione della Billboard Hot 100.