I 5 migliori film per l’addio al nubilato e al celibato

Inserire immagine
Le protagoniste del film The Wedding Party - Matrimonio con sorpresa, perfetto per chi sta organizzando un addio al nubilato

Quando il profumo di fiori d’arancio nell’aria fa sbocciare addii al nubilato e al celibato in ogni dove, un’ansia di prestazione serpeggia tra le compagnie di amici: come organizzare al meglio la festa all’amica o all’amico prossimi al matrimonio? Niente paura! Una miriade di film vi aiuterà a organizzare il bachelor/ette party perfetto, da Una notte da leoni a The Wedding Party

di Camilla Sernagiotto

 

 

Ansia da organizzazione dell'addio al nubi-celibato

 

C’è chi giura di non volere l’addio al nubilato, chi prega gli amici di organizzare qualcosa di soft e chi teme per la propria incolumità però alla fine tutti finiscono con il godersi la più grande festa della loro vita da single.

La primavera è punteggiata non soltanto di viole e primule ma anche di addii alla “singletudine”, festeggiati a destra e a manca: bar, pub, ristoranti, discoteche, agriturismi, Spa e addirittura parchi safari aprono i battenti a eserciti di amiche della futura sposa e ometti disposti a tutto pur di fare divertire a dovere lo sposo.

Ma l’ansia tipica di coloro cui spetta l’onere di organizzare il bachelorette party ruota sempre attorno al precetto verdoniano: “famolo strano!”

L’originalità è fondamentale, soprattutto in un campo in cui le idee sono ormai trite e ritrite. Per avere i migliori consigli a tema non c’è da rivolgersi a Wedding Planner o, se mai dovesse già esistere, alla sottobranca specializzata appunto in addii all’età della promiscuità: il miglior Bachelor-ette Planner cui affidarvi, infatti, è senza dubbio il grande schermo!

 

 

Film per Bachelor Party

 

Proprio lo schermo, migliore amico dell’uomo quale oramai è, si è attrezzato per aiutare il genere umano in tutte le situazioni che potrebbero capitargli nella vita. E dato che nella vita di tanti arriva il momento dell’addio (stiamo parlando di quello meno lugubre e definitivo, quello messo a titolo insomma!), è stato inaugurato un vero e proprio genere cinematografico dedicato alle feste per salutare il celibato.
Tutto ebbe inizio più di trent’anni fa, quando nel lontano 1984 vide la luce (del proiettore) la pellicola The Bachelor Party – Addio al celibato di Neal Israel. Quello fu il titolo capostipite del filone, una commedia esilarante con protagonista un giovanissimo Tom Hanks.

L’attore che diventerà poi uno dei mostri sacri di Hollywood interpreta qui Rick Gassko, giovane autista di autobus che si prepara a festeggiare alla grande il proprio addio al celibato in un hotel extralusso assieme a una banda di amici sgangherati tanto quanto lui. Prossimo a diventare il marito di una ragazza ricchissima e di alto lignaggio, la famiglia di lei tenterà in ogni modo e con qualsiasi escamotage d’impedire il matrimonio.

Per perseguire la loro missione da provetti Don Abbondii (questo matrimonio non s'ha da fare), i genitori della sposa sguinzaglieranno ex fidanzati, amici aristocratici e useranno ogni arma segreta. Ne succederanno di ogni colore. Compreso l’arancione: i fiori d’arancio alla fine vincono sempre…

 

 

Meglio una notte da leoni che cento giorni da pecore

 

Di sicuro il titolo più celebre del sottogenere è quello che, solo a nominarlo, provoca un attacco di ridarola: trattasi di Una notte da leoni, il capolavoro del divertimento formato follia pura firmato da Todd Phillips nel 2009. Non solo un film ma una vera e propria saga composta da una triade di pellicole amatissime in tutto il mondo. Il primissimo capitolo dell’epopea da leoni ha riscosso un successo planetario, candidato ai Golden Globe e ai BAFTA del 2010.

Un film da vedere in vista di un addio al celibato ma solo per sapere cosa non si deve assolutamente organizzare al proprio amico che sta per pronunciare il fatidico sì…

Le disavventure di un gruppo di quattro amici di Los Angeles pazzi furiosi, interpretati da Bradley Cooper, Ed Helms, Zach Galifianakis e Justin Bartha, faranno infatti passare la voglia di passare un week end a Las Vegas. Una notte indimenticabile sia per i partecipanti dell’addio del celibato sia per la sposa, dato che il mattino seguente si sveglieranno nella loro suite a dir poco devastata senza che vi sia più traccia dello sposo…

 

 

Non fidatevi delle amiche della sposa

 

Imprevisti e scompiglio sono all’ordine del giorno anche nel caso di un’altra pellicola consigliatissima se si è in odore di nozze: Le amiche della sposa.

Uscito nel 2011, questa commedia diretta da Paul Freig è un condensato di ottimi spunti per l’organizzazione del bachelorette party dell’amica in bianco.

Candidato a due Oscar, due Golden Globe e due BAFTA, rincuorerà qualsiasi damigella d’onore rassicurandola sul fatto che per nessuno è facile onorare un compito del genere.

La protagonista è Annie (interpretata da Kristen Wiig), una quasi quarantenne ancora single che vede la sua vita andare a rotoli. Nel bel mezzo di una crisi depressiva di mezza età, arriverà anche il dardo avvelenato, scoccato dalla sua migliore amica Lillian (alias Maya Rudolph): ha deciso di sposarsi e le chiede di farle l’onore di essere la sua damigella.

Un onore che spesso è più che altro un onere, parola di chi ci è passata e ha dovuto fare salti mortali perché tutto filasse liscio non solo nel grande giorno ma anche il quello poco meno grande dell’addio al nubilato: Annie dovrà essere all’altezza del compito assegnatole e dovrà vedersela con le altre damigelle.

 

 

Matrimonio e addio al nubilato con sorpresa

 

Il requisito fondamentale di una damigella d’onore è che in lei non ci sia la benché minima traccia d’invidia rispetto all’amica prossima alla vera nuziale.

Se in fondo in fondo, nonostante vogliate un gran bene alla vostra amica, vi è un po’ di brace ardente di sana gelosia, non perdetevi The Wedding Party - Un matrimonio con sorpresa.

Avrete molto da imparare dagli errori commessi dalla protagonista Regan (interpretata da un’eccezionale Kirsten Dunst). Abituata a essere la prima in tutto, sia davanti allo specchio sia di fronte alla lavagna, la bella Regan vedrà il mondo crollarle addosso non appena scoprirà che la sua grassa e brutta amica del liceo Becky (Rebel Wilson) si sta per sposare con un ragazzo di New York, tanto ricco quanto bello.

Regan perderà totalmente il controllo, bruciata da un’invidia e un rancore davvero deplorevoli. Ma quando qualcosa è deplorevole è spesso più umano di ciò che è lodevole…

La cicciotta futura sposa sceglierà proprio Regan come damigella d’onore e lei, con l’aiuto delle altre due ex compagne Katie (Isla Fisher) e Gena (Lizzy Caplan), farà di tutto per organizzarle un matrimonio… con sorpresa!

Presentato ad alcuni dei più interessanti festival del mondo, dal Sundance a quello di Locarno, The Wedding Party ha riscosso un enorme successo di critica e di pubblico, quindi è un manicaretto da godersi anche se non avete in bocca il retrogusto di confetti.

 

 

Ultima fermata: Last Vegas

 

Per chi sta per cogliere i fiori d’arancio nonostante non sia più nella verde età, il film perfetto è Last Vegas di Jon Turteltaub, uscito nel 2013.

Con un cast niente male formato da Michael Douglas, Robert De Niro, Kevin Kline e Morgan Freeman, la pellicola racconta le avventure (e disavventure) di quattro amici di vecchia data, ormai pensionati, che si preparano a festeggiare l’addio al celibato di uno di loro, quello interpretato da Douglas. Per brindare alla sua nuova vita da marito, sceglieranno la città del peccato per eccellenza: Las Vegas. Eppure non sarà proprio come la ricordavano, motivo per cui ne dovranno fare eccome di brindisi per sperare di divertirsi come Las Vegas comanda.