Bova e Angiolini, una scelta drammatica per Michele Placido

Inserire immagine

Michele Placido dirige Ambra Angiolini e Raoul Bova in un toccante dramma sul desiderio di maternità, tratto dall’opera teatrale di Pirandello, L’innesto. Appuntamento con il film La scelta, in prima tv, venerdì 29 aprile alle 21.10

I toni de La scelta di Michele Placido, in prima tv, venerdì 29 aprile alle 21.10 su Sky Cinema 1, sono quelli del dramma, dei tempi lunghi, dei primi piani, dei silenzi. E questo per raccontare, con tinte melò, la storia dello stupro di una donna che non rinuncia però al figlio, alla sua desiderata maternità. Protagonisti di questa storia, tratta da una pièce di Pirandello (L'innesto), un Raoul Bova e Ambra Angiolini ineditamente drammatici. Il film mette in campo la storia di una donna, Laura (Ambra Angiolini), una maestra di coro, innamorata del marito Giorgio (Raoul Bova) che si ritrova appunto a fare una 'scelta' non facile. Violentata da uno sconosciuto in un vicolo, Laura sceglie comunque di volere quel figlio, pur non sapendo se è del marito o del violentatore. Un dramma, ovviamente, anche al maschile perché Giorgio non riesce proprio ad accettare quello che è successo e neppure a concepire di poter crescere un figlio non suo.  Nel cast del film anche Valeria Solarino.
 

La Scelta è ispirato al testo teatrale L'  innesto di Luigi Pirandello, un’opera che, quando fu presentata, fece scandalo e scalpore dividendo pubblico e critica. Oggi il tema resta altrettanto sensibile. Siamo di fronte a una donna disposta ad assumersi con coraggio la scelta di diventare madre, una donna che si scontra con il perbenismo della morale comune, morale forse non molto cambiata rispetto ai tempi di Pirandello. Quanto è importante il legame biologico col proprio figlio? A quali certezze si è disposti a rinunciare, per amore? Laura/Ambra e Giorgio/Raoul si amano e sono desiderosi di un figlio che non arriva. Solo un grande amore può superare la dolorosa prova che devono affrontare, prova che impone una scelta: da una parte, un uomo offeso nella sua morale, che cerca una soluzione al dilemma, dall'altra, una donna che sente la necessità di diventare madre. Quale scelta devono fare per poter essere ancora felici?