Un weekend con il grande Alberto Sordi

Inserire immagine
Alberto Sordi è "Un americano a Roma"

Un lungo weekend su Sky Cinema Classics con Alberto Sordi: l'attore romano è la persona ideale con cui festeggiare il primo maggio. Ma l'appuntamento con i suoi film dura un weekend poiché la rassegna comincia sabato 30 aprile e prosegue fino al primo maggio

Rispetto e ironia. Ma soprattutto appartenenza. Perché Alberto Sordi è sempre stato legato al Primo Maggio. Per questo e mille altri motivi Albertone è la persona ideale con cui festeggiare quella ricorrenza: l'appuntamento, oltreché nelle piazze d'Italia, è su Sky Cinema Classics e si comincia sabato 30 aprile e si prosegue il primo maggio.

Ecco alcuni dei titoli in programmazione: Il Vedovo, commedia che lo vede al fianco della mitica Franca Valeri; Il Vigile di Luigi Zampa dove indossa i panni dello spiantato Otello Celletti. Nel cast anche Vittorio De Sica che è il sindaco e poi Mario Riva e Sylva Koscina che interpretano se stessi. I Vitelloni di Federico Fellini, datato 1953, è l'epopea scanzonata di cinque giovani romagnoli costretti a crescere, costretti a farsi carico della vita quando la loro indole sarebbe ancora per il divertimento

Sotto il sole di Roma è la storia di Ciro, Iris e altri ragazzi, gente di borgata, figli del popolo nella Roma dell'ultima guerra mondiale. Detenuto in attesa di giudizio è un film denuncia sull’arretratezza e la drammatica inadeguatezza del sistema giudiziario e carcerario italiano. Altra pellicola dai troni drammatici, crudeli e di denuncia sociale è Un borghese piccolo piccolo di Mario Monicelli: tratto dal romanzo di Vincenzo Cerami è la storia di un padre che lavora per costruire una carriera per il figlio e poi un episodio tragico, che li vede entrambi coinvolti per caso, cambia il corso della vita.

Gran Varietà è una commedia a episodi che racconta l'epoca d'oro dell'avanspettacolo in Italia mentre Souvenir d'Italie raccoglie una divertente carrellata di tipici maschi italiani. Indimenticabile Un americano a Roma, dove Alberto Sordi interpreta il giovane romano con la passione per gli Stati Uniti, Ferdinando Moriconi soprannominato Santi Bailor, un eterno sognatore che conosce l'America attraverso ciò che vede al cinema.

Si ride con Sono un fenomeno paranormale, ci si inquieta con Il medico della mutua perché ribadisce come dopo quasi mezzo secolo (la pellicola è del 1968) la sanità sia sempre un settore critico, e sopraggiunge lo sconcerto con L'Ingorgo, commedia grottesca diretta da Luigi Comencini. Non mancano, in questa rassegna, alcuni film dai lui diretti e interpretati quali Io e Caterina e le due commedie girate per le strade di Roma e di New York con Sordi nei panni de Il Tassinaro prima e Un tassinaro a New York poi.