Sabato con Ariel: su Sky Cinema Family c'è la trilogia della Sirenetta

Inserire immagine
© Disney

Sky Cinema Family, con la magia di Disney Cinemagic, ci regala ancora due sabati in compagnia della Sirenetta: Appuntamento sabato 14 maggio con La Sirenetta 2 - Ritorno agli Abissi e il 21maggio con La Sirenetta - Quando tutto ebbe inizio

Quando magia fa rima con trilogia non può che essere per merito della Sirenetta. E perché ciò si trasformi in realtà Sky Cinema Family, con la soave complicità di Disney Cinemagic, ci organizza tre sabati in sua compagnia, tre giorni in compagnia di Ariel, la figlia più piccola del Re Tritone, irrequieta, curiosa e desiderosa di far parte del mondo degli umani.



Nel sequel, La Sirenetta 2 - Ritorno agli Abissi, in onda sabato 14 maggio, seguiremo le avventure di Melody, la figlia di Ariel: vista la sua storia la mamma la tiene nascosta al mondo degli abissi. Ma la bimba, carattere ribelle ereditato, va a nuotare di nascosto e sulla spiaggia trovo un ciondolo che era appartenuto alla mamma. Chiede spiegazioni che non arrivano e per ripicca Melody prende una barca e naviga lontano da casa. I suoi genitori scoprono presto che se ne è andata, e Tritone usa la sua magia per trasformare Ariel di nuovo in una sirena perché cerchi Melody. La ragazza incontra Morgana, che è malvagia, e sembra figurarsi uno scenario che ricorda quello subito da Ariel a causa della perfida Ursula. Ma interviene cuore di mamma per guidarci, tra colpi di scena e senza esclusione di colpi, a un lieto fine.

Ultimo appuntamento sabato 21 maggio, con il prequel La Sirenetta - Quando tutto ebbe inizio. E' la storia di Ariel molto tempo prima che s'innamorasse del Principe Eric, prima della perfida Ursula e dell'incantesimo che gli donò le gambe e la fece umana. In quella stagione Ariel viveva felice in fondo al mare con le sue sorelle. Tutto muta quando loro madre, la Regina Athena, rimane vittima di un incidente mortale. Re Tritone, prostrato dal dolore per la perdita della consorte, allontana le sue bambine e vieta la musica in tutto il regno. Ma Ariel, che già da allora aveva una indole ribelle, non rimane chiusa tra le mura domestiche, esce, gira, curiosa finché scopre, casualmente, un luogo clandestino dove si canta e si balla ma soprattutto dove regna l'allegria.