Doppio Omaggio a Mariangela Melato con 2 libri appena pubblicati

Inserire immagine
Mariangela Melato in una scena tratta da La presidentessa

Il  libro "Magnetica Mariangela" (Manfredi Edizioni) del fotografo Tommaso Le Pera e la raccolta di saggi "Mariangela Melato tra cinema, teatro e televisione" curata da Cristina Formenti (Mimesis edizioni) ricordano la talentuosa e magnifica attrice italiana scomparsa l'11 gennaio del 2013

di Michele Sancisi

 

Due libri appena usciti riportano alla ribalta il mito di Mariangela Melato, forse l'ultima grande diva italiana, l'unica con un curriculum tanto vasto e vario tra cinema, teatro e televisione. A tre anni dalla scomparsa è ancora scolpita nella memoria di tutti, non solo per gli iconici ruoli brillanti in coppia con Giancarlo Giannini nei film di Lina Wertmuller che la portarono a sfiorare l'oscar negli anni '70, come "Travolti da un insolito destino..." (dove era la "bottana industriale" sedotta a suon di botte) e "Mimi metallurgico ferito nell'onore" (dove dava corpo e colore ad una nuova immagine "femminista"), ma anche - per chi l'ha vista a teatro - in grandi ruoli tragici come "Medea" e "Fedra".

 

Si diceva, con una battuta, che avesse inghiottito un riflettore per la sua luminosa presenza scenica, per i suoi occhi grandi e maliziosi, che hanno lasciato un segno personalissimo nei più diversi generi: dal leggenadario spettacolo "Orlando Furioso" di Luca Ronconi, il "suo" regista, che la lanciò nel 1969, fino a piccole commedie piccanti come "Basta guardarla" di Salce, "La poliziotta" di Steno (in onda sui canali di Sky Cinema) "Casotto" di Citti, "Il gatto" di Comencini, per non dire della indimenticabile coppia formata con GianMaria Volonté nei capolavori di Elio Petri "La classe operaia va in paradiso" e "Todo modo".

 

Il libro "Magnetica Mariangela" (Manfredi Edizioni) del fotografo Tommaso Le Pera, che l'ha seguita per una vita dietro le quinte , ripropone una bellissima selezione di scatti in grande formato con note a margine di grandi colleghi e amici dell'attrice.

 

 

 

 


L'altro libro in uscita, curato da Cristina Formenti (Mimesis edizioni) "Mariangela Melato tra cinema, teatro e televisione" è una accurata raccolta di brevi saggi e documenti fotografici sulla sua arte interpretativa nei vari contesti dello spettacolo, non ultimo il piccolo schermo dove fu a lungo protagonista di serial e fiction, oltre che brillante ospite di talk show.

 

 


Attrice nata, dedita al 100% alla sua vocazione, per molti anni compagna di Renzo Arbore, ma sempre fieramente indipendente, la Melato ha cavalcato con la propria verve tutte le espressioni del mestiere di attore, dal cabaret dei primi anni con Enrico Vaime e Dario Fo al "Nebbia Club" di Milano, passando poi per una lunga stagione cinematografica e infine teatrale. Fino a tornare a fine carriera al musical one-woman-show "Sola me ne vo" diretta da Giampiero Solari, nel quale racconta la propria storia non di grande attrice, ma di ragazza proletaria milanese che ama sopra ogni cosa cantare e ballare.