Festival del cinema di Cannes, quanta Italia nella storia delle Palme

A Cannes 2016 nessun film italiano è stato selezionato per il concorso ufficiale. Ma alla vigilia dell'apertura della 69.ma edizione del Festival vi sveliamo che  la storia dell'Italia sulla Croisette è ricca di aneddoti e piena di sorprese, tra vittorie e sconfitte, premi della critica e riconoscimenti vari. Un viaggio in numeri e ricordi affascinante quanto un film

di Gabriele Acerbo



Cannes 2016: et voilà le jeux sont fait


Facciamo un gioco: avete il tempo di lettura di questo articolo, quattro minuti, per rammentare qual è l’ultimo film italiano che ha vinto la Palma d'Oro a Cannes. Mentre sforzate la vostra memoria per tornare indietro nel tempo, uno dei primi ricordi che forse affiorerà sarà la cocente delusione del 2015 per il mancato trionfo dei tre cavalieri del cinema italiano, Matteo Garrone, Nanni Moretti e Paolo Sorrentino che, nonostante le altissime aspettative della vigilia, restarono a bocca asciutta. E a bocca asciutta l'Italia resterà anche quest'anno visto che nessuno dei nostri film, a detta dei rigorosi selezionatori del festival, è stato ritenuto degno di partecipare al concorso ufficiale. Nemmeno Bellocchio o Virzì, invitati invece alla collaterale e non competitiva Quinzaine des realisateurs.

Italia contro il resto del mondo


Quindi tutto male per il cinema italiano quando esce dai confini e prova a partecipare a Cannes? Non è proprio così, anzi. Se guardiamo la realtà dei numeri e la storia del festival più prestigioso del mondo, l’Italia fa un figurone. Infatti nella classifica degli Stati che si sono aggiudicati la Palma d'Oro il nostro cinema si piazza al terzo posto dietro la super-potenza USA che detiene il primato con 22 Palme, e la padrona di casa, la Francia, che ci batte per una sola Palma in più, 13 contro 12. E si badi bene, con  rapporti di forza esageratamente sbilanciati a favore dei nostri avversari, come si può notare scorrendo la classifica dei paesi più rappresentati nella selezione ufficiale, aggiornata al 2009:
1)    Stati Uniti: 376 film
2)    Francia: 348 film
3)    Italia : 183 film
4)    Gran Bretagna: 161 film
5)    Germania : 89 film

Argento Vivo sulla Croisette


Vediamo cosa succede se indaghiamo anche sui vincitori della Palma d'Argento: si chiama in realtà Gran Premio della Giuria ed è il secondo riconoscimento più importante che Cannes assegna, destinato alle opere più originali e innovative. Ebbene: incredibile a dirsi ma è addirittura l'Italia il paese che ha vinto il maggior numero di Gran Premi, ben 10, sconfiggendo non solo i cugini francesi (8 premi) ma anche gli insidiosi americani (5) e gli inglesi (4). E non è vero neanche sostenere che i nostri Gran Premi si concentrano negli anni d'oro del cinema italiano, perché la maggior parte di questi vengono vinti tra gli anni '80 e il 2014. L'ultimo a conquistare il premio è Le meraviglie di Alice Rohrwacher che potrete rivedere in questi giorni su Sky Cinema Cult nell'ambito del ciclo Cannes Cannes.

 

 

<iframe width="400" height="228" src="http://player.sky.it/external/cinema/50/198498" frameborder="0" allowfullscreen="true"></iframe>

 

 

 

Una Giuria alla francese


Laddove i francesi invece hanno il loro riscatto, battendo tutti, è nel Premio della Giuria dove sono risultati vittoriosi 18 volte. Ma è un riconoscimento che non sempre viene assegnato e talvolta si trasforma in un premio alla carriera come è avvenuto per Alain Resnais o Catherine Deneuve. E forte, fortissima la Francia è nel premio alla regia (14 vittorie), dove sconfigge tutti, Hollywood compresa (10 vittorie made in USA, di cui 3 ai fratelli Coen) e dove noi siamo un po’ il fanalino di coda: per Cannes i migliori registi di casa nostra sono appena 2, Ettore Scola e Nanni Moretti. All’Italia va meglio con la sceneggiatura: 5 volte vincenti. Evidentemente siamo un popolo reputato più in gamba con le parole che con le immagini.

La storia siamo noi


Siamo arrivati alla fine di questa valanga di numeri che però nasconde una verità: che il cinema italiano ha una storia onorevole da ricordare e tramandare, e un presente per nulla da disprezzare. Infine la risposta alla domanda iniziale: qual è l’ultimo film italiano a trionfare a Cannes con una Palma d’oro? La stanza del figlio (2001) di Nanni Moretti che sconfisse sonoramente il pericoloso David Lynch con il suo capolavoro Mulholland Drive, i temibili fratelli Coen con L'uomo che non c'era e il premio Oscar Michael Haneke con La pianista. Vogliamo ricordarcelo, per favore?


<iframe width="400" height="228" src="http://player.sky.it/external/cinema/50/28736" frameborder="0" allowfullscreen="true"></iframe>  

undefined