Somnia, quando gli incubi diventato realtà

Inserire immagine
Un'immagine tratta dalla locandina di Somnia, nei cinema dal 25 maggio

Il film Somnia, diretto da Mike Flanagan,  arriva in prima tv, sabato 10 giugno alle 21.15 su Sky Cinema Uno. Si tratta di un horror-drama che vede tra i protagonisti Kate Bosworth, Thomas Jane (The Mist) ed è stato diretto da Mike Flanagan (Oculus, Ouija)

 

Torna il regista di Oculus

 


Ve lo ricordate Oculus – Il riflesso del male, l’horror con cui esordì il regista Mike Flanagan due tre fa?. Se siete stati abbastanza coraggiosi nel vederlo, allora non potete perdere il suo secondo horror dal titolo Somnia, che arriva in prima tv, sabato 10 giugno alle 21.15 su Sky Cinema Uno. La tematica di Somnia sono gli incubi, in questo caso evocati dalla fantasia di un bambino, che si trasformano in un’atroce realtà. Protagonista della pellicola è Jacob Tremblay, giovanissima rivelazione del film Room che è valso a Brie Larson il premio Oscar come migliore attrice protagonista agli Academy Awards 2016. Nel cast anche Scottie Thompson, Kate Bosworth, Thomas Jane, Annabeth Gish, Dash Mihok e Lance E. Nichols, il film si fregia delle musiche di Danny Elfman.Jessie (Kate Bosworth) e Mark (Thomas Jane), in seguito alla tragica scomparsa del loro unico figlio, decidono di adottare il piccolo Cody (Jacob Tremblay), un dolce e amorevole bambino di otto anni. Ma Cody nasconde un inconfessabile segreto, che lo porta a essere terrorizzato alla sola idea di addormentarsi. In un primo momento la coppia crede che il suo passato tormentato sia la causa della sua avversione per il sonno, ma presto scoprono il vero motivo: i sogni di Cody si manifestano nella realtà mentre dorme, trasformandosi in veri e propri incubi.

La storia

 

 

 

Somnia, ambientato in un mondo fatto di elementi soprannaturali pur mantenendosi fortemente ancorato alla realtà, si apre con la storia di una coppia di genitori che tentano di accettare la perdita di un figlio e si chiude con la storia di un bambino che tenta di accettare la perdita di un genitore. Il desiderio irrefrenabile di Jessie e Mark di vedere ancora una volta il figlio scomparso Sean, pur sapendo che si tratta solo di una presenza irreale, è il motore che guida la narrazione. Nella speranza di manipolare i sogni di Cody e riportare in vita Sean, Jessie si spinge al punto di somministrare dei sonniferi al bambino per far sì che dorma e sogni. In breve la coppia scoprirà, tuttavia, che non sono solo i sogni piacevoli di Cody a manifestarsi ma che durante il sonno si risvegliano anche gli incubi. “Il terrore che suscita Somnia nasce dalle anime dei suoi personaggi”, afferma Mike Flanagan (regista/co-sceneggiatore/curatore del montaggio). “Si tratta di una favola per bambini destinata agli adulti con tanto di uomo nero”. L’idea di prendere in adozione un bambino per sostituire il ricordo di un figlio scomparso è trattata con onestà allucinante e inflessibile. Somnia controbilancia gli elementi più oscuri del racconto con la forza di temi importanti come il perdono, l’amore genitoriale e l’idea che la comprensione delle radici della nostra paura ci permette di vincerla e privarla della sua forza.

Il trailer