Gli attori più impavidi di Hollywood

Inserire immagine

Le scene al cardiopalma? Loro le girano senza l’aiuto di alcuna controfigura. Da Tom Cruise a Sylvester Stallone, passando per Cameron Diaz e Kristen Stewart,  fino ad Arnold Shwarzenegger, ecco chi sono le star più spericolate del grande schermo. GUARDA I VIDEO

 

di Floriana Ferrando

Lanci dall'elicottero, acrobazie in moto e inseguimenti sui tetti: per girare scene pericolose sul grande schermo molti attori si affidano ad una controfigura professionista del mestiere. Ma c'è anche chi decide di mettersi in gioco: Complex ha stilato la top ten degli attori che non ricorrono ad uno stuntman sul set.

Gli ossi duri di Hollywood - Matt Damon per vestire i panni di Jason Bourne in The Bourne Identity e relativi sequel si è dato un bel da fare: c’era lui nelle scene di guida spericolata e nelle sequenze sott’acqua, inoltre si è sottoposto a tre mesi di formazione per imparare la disciplina del combattimento corpo a corpo, i fondamenti di boxe e anche per prendere confidenza con le armi. Non è da meno Tom Cruise, che per assicurare al pubblico un’interpretazione perfetta ne L’Ultimo Samurai ha imparato a combattere con le spade, poi ha preso dimestichezza con i bolidi a due ruote per riuscire al meglio nella scena dell’inseguimento in Knight and Day. E anche in Top Gun, uno dei film che ha contribuito a lanciare la sua carriera, era lui a volare (davvero) a bordo di un jet. Ma l’impresa più spericolata che ha compiuto sul set è stata quella di scalare il mastodontico grattacielo Burj Khalifa di Dubai durante le riprese di Mission Impossible: Protocollo Fantasma.





Da Bond a Indiana Jones - E ancora, che Agente 007 sarebbe se avesse la controfigura? Daniel Craig, forte del suo passato da rugbista, ha vissuto in prima persona numerose scene d’azione di cui è stato protagonista sul set dei film della serie ispirata a James Bond. Ma a ben guardare spunta pure uno stuntman al servizio di Sua Maestà: la scena dell’inseguimento sulle acque del Tamigi nel recente Spectre è stata eseguita da un sosia. Pur avendo a disposizione lo stuntman per eccellenza Vic Armstrong anche Harrison Ford nei film di Indiana Jones non ha quasi mai fatto ricorso al suo aiuto, portando da sé auto verso la distruzione e appendendosi ad elicotteri in volo. Onore, poi, a Arnold Schwarzenegger che all’età di 68 anni sa ancora essere convincente nelle scene di lotta e scontri a fuoco, come ha dimostrato sul set del recente I mercenari.



Spericolate in gonnella - Le dive del grande schermo non sono da meno: per girare Biancaneve e il Cacciatore Kristen Stewart ha scelto di non usare alcuna controfigura. E allora via con inseguimenti al galoppo (era terrorizzata dai cavalli), fughe nel bosco e fiumi da guadare. Il regista del film Rupert Sanders ha raccontato ad Entertainment Weekly: “Mi ha fatto arrancare attraverso acque gelide e lanciare giù da delle scogliere. Effettivamente potevo vedere il dolore e la fatica sul suo volto. È stato meraviglioso”. Invece Cameron Diaz e compagne per prepararsi a vestire il ruolo delle Charlie’s Angels nell’omonima pellicola sono state addestrate alle arti marziali per otto ore al giorno per i tre mesi precedenti all’inizio delle riprese. Salti da macchine in corsa in Tomb Raider e corse spericolate in sella ad una moto in Salt, invece, sono il forte di Angelina Jolie.