Tra libidine e doppia libidine Jerry Calà compie 65 anni

Inserire immagine
Jerry Calà in Abbronzatissimi 2 - Un anno dopo

Martedì 28 giugno festeggia 65 anni Jerry Calà. Sky Cinema Comedy gli dedica la programmazione: un ciclo di film che lo vedono come attore ma anche come regista e autore che raccontano tante sfaccettature dell'Italia di ieri e di oggi

di Fabrizio Basso
(@BassoFabrizio)


Perennemente giovane. Ma non perché ha chiuso il cuore agli anni, che sono aggiornati solo sul passaporto, ma perché riesce a far sentire giovane chiunque. Eppure Jerry Calà compie 65 anni. Il suo è un compleanno speciale ma non perché si va in cifra da ricorrenza (che sono quelle che finiscono in 0 e 5) bensì perché i suoi film, le sue smorfie, le sue canzoni fanno parte della collettività. Pochi come lui, nella storia del cinema italiano, sono riusciti a raccontare la società fotografandone l'attimo. E quando lo sguardo era al passato, Jerry tirava fuori una fotografia in bianco e nero che noi coglievamo a colori. Le candeline si spengono martedì 28 giugno. Lui, probabilmente, lo farà nella sua Verona, noi lo facciamo su Sky Cinema Comedy dedicandogli la programmazione.

A proposito di racchiudere in un film un momento storico e i suoi protagonisti troveremo in palinsesto Yuppies - I giovani di successo, le tragicomiche vicende di quattro professionisti rampanti nella Milano da bere degli anni Ottanta. Con lo spegnersi di quel clima euforico si è anche appannata la figura degli yuppies (e vi garantiamo che erano davvero tanti) ma Jerry Calà ci racconta in modo realistico chi sono stati, o potrebbero essere stati, i nostri genitori o fratelli maggiori. O noi stessi se abbiamo, anno più anno meno, l'età di Calà. Al suo fianco Massimo Boldi, Christian De Sica ed Ezio Greggio.

Rimini è uno dei divertimentifici d'Italia. E con Jerry Calà ci andiamo due volte, nel 1991 con Abbronzatissimi e nel 1993 con Abbronzatissimi 2 - Un anno dopo. Storie da ombrellone e da hotel, da bagnini incapaci e lestofanti del quartierino, ma anche amori e passioni, tradimenti e ironia per una stagione irripetibile. Nel primo film Jerry Calà è Billy Damasco un pianista di piano bar con la passione per il gioco d'azzardo. Nel secondo è Martino, uno scrittore che al Grand Hotel cerca di conoscere un importante editore. Per raggiungere l'obiettivo chiede la complicità della formosa e provocante moglie Stella, impersonata da Eva Grimaldi.

Chicken Park ci porta nel paese dei dinosauri. E' una parodia di Jurassic Park ma non mancano argute citazioni di altri film. Calà, che è anche regista, interpreta Vladimiro Corsetti, un allevatore italiano che subisce un sabotaggio dalla concorrenza e per non soccombere si trasferisce nella Repubblica Dominicana insieme a Joe, un gallo di razza Urshaki addestrato al combattimento per scommesse clandestine. Ma le sfighe non vengono mai sole: gli viene rubato e scopre che è prigioniero a Chicken Park. Chiederà aiuto alla dottoressa Sigourney (Demetra Hampton) per liberarlo.

Nel 2008 Jerry Calà scrive, dirige e interpreta Torno a vivere da solo, che è il sequel del Vado a vivere da solo del 1982 diretto da Marco risi e con Calà protagonista. Giacomo è diventato adulto, è sposato, ha due figli ed è un affermato agente immobiliare. Dopo il divorzio dalla moglie Francesca, e la "spartizione" della prole nei weekend, Giacomo punta Jessica, una irresistibile Eva Henger. Intorno a loro ruotano tanti amici, tanti personaggi le cui vite si incontrano e incrociano, scatenando sentimenti di gelosia e vendetta, rivalse e riappacificazioni. Insomma un'altra grande fotografia di vita quotidiana firmata Jerry Calà.