Giffoni 2016 accoglie l'amore ubriaco di Son Pascal

Inserire immagine

Arriva, il 18 luglio a Giffoni Valle Piana, Son Pascal che si esibirà dal vivo in occasione del Giffoni Film Festival 2016: presenterà live Amore Ubriaco, suo primo singolo in italiano: "Giffoni è un evento di cui noi campani andiamo fieri –commenta– e sono fiero di farne parte. Da bambino ci andavo spesso" 

Il 18 luglio a Giffoni Valle Piana Son Pascal si esibirà dal vivo in occasione del Giffoni Film Festival 2016 (Piazza Fratelli Lumière – ingresso gratuito) e presenterà live Amore Ubriaco, suo primo singolo in italiano: "Giffoni è un evento di cui noi campani andiamo fieri –commenta Son Pascal– e sono orgoglioso di farne parte. Da bambino ci andavo spesso".

Gli impegni di Son Pascal, però, non finiscono qui! A settembre ripartono le sue avventure con uno spin-off della fortunata serie Pascalistan. Ci saranno molte sorprese, a cominciare dall'esotica destinazione scelta da Son Pascal per continuare la sua carriera e arrivare dove nessun europeo è riuscito prima: Bollywood, Mumbai, India! Idea Folle? Ovviamente si! Riuscirà Son Pascal a farsi strada nell'inavvicinabile mondo dello showbiz bolliwoodiano?

Dopo l’enorme successo ottenuto in Kazakistan, Son Pascal torna in Italia con il brano Amore Ubriaco, cimentandosi per la prima volta nella sua lingua madre. Oltre ad aver suonato tutti gli strumenti utilizzati durante la registrazione del brano, Son Pascal ne è anche l’autore (insieme al giovane Davide Napoleone) e produttore. La regia del video di Amore Ubriaco è curata dallo stesso Pascal assieme al regista kazaco Sanzhar Madiyev. Il video è stato girato ad Almaty in uno stadio del ghiaccio all’aperto ed è stato realizzato in un unico piano sequenza senza tagli in montaggio.

Son Pascal è cresciuto a Paestum. Attualmente vive a Astana, Kazakistan. Ha iniziato a suonare giovanissimo tra Napoli e Roma, per poi trasferirsi a Londra, dove entra a far parte dei Like the Beatles, una delle più note cover band inglesi dei Beatles. Il lavoro e i buoni risultati non mancano, ma non è abbastanza. Una notte in un bar, incontra una fan, sorella di un famoso attore kazaco che aveva deciso di organizzare un talent show musicale, una sorta di X Factor chiamato A-Tunes. Pasquale decide quindi di andare ad Almaty e di partecipare al programma. Viene selezionato e finisce secondo in finale, da lì comincia la sua carriera in quel paese. Posta su YouTube una cover della canzone Englishman in New York di Sting, intitolata Englishman in Shymkent; il video viene girato nella città kazaca di Shymkent e diventa subito un fenomeno virale. Nel 2012 Son Pascal canta con Al Bano una canzone reggae in kazaco, inglese e italiano intitolata Ainalain che rimane uno dei brani con più cover eseguite dai fan in Kazakistan (la canzone ha quasi 500mila views su youtube. Sempre nello stesso anno pubblica il brano You should speak Kazaksha e Beautiful World prodotta da DJ Jurij. Nel 2013 inizia un progetto video chiamato iNomad, ovvero suona le sue canzoni nelle location naturali più suggestive del Kazakistan e pubblica il brano Zhanym Sol. Nel 2014 pubblica il singolo Mahabbat, che assieme a Zhanym Sol diventa uno dei suoi più grandi successi di sempre. Nel 2014 viene invitato da Mogol a partecipare ad alcuni workshop al CET (Centro Europeo di Toscolano) dove Pascal tiene alcune lezioni per gli studenti della scuola. L’anno seguente è invece Pascal ad invitare Mogol ad Astana per partecipare ad un ciclo di incontri sulla scrittura musicale dedicati a giovani autori kazachi. A marzo 2016 esce il singolo kazaco Men sui Suyemin, il cui video girato sulla spiaggia di Capaccio (SA) e prodotto da Undervilla Production totalizza più di 200mila views in una sola settimana.