Manetti Bros: una gita sul set di Nun è Napule

Inserire immagine

Siamo sul mare alle porte di Napoli: è questa la location scelta dai Manetti Bros. per girare una delle scene del loro nuovo film dal titolo, provvisorio, Nun è Napule. Siamo stati sul set vi raccontiamo in anteprima alcune suggestioni. Per tutti gli approfondimenti, le interviste al cast e le immagini del dietro le quinte non perdere l'appuntamento su Sky Cinema 1, all'interno di Sky Cine News, venerdì 22 luglio alle 21.00

di Silvia Muntoni

Un’immensa villa sul mare alle porte di Napoli: è questa la location scelta dai Manetti Bros. per girare una delle scene del loro nuovo film dal titolo, provvisorio, Nun è Napule. E' una giornata particolare perché i due fratelli romani danno accesso sul campo ad alcuni giornalisti: il set è affollato ma l’atmosfera è allo stesso tempo professionale, domestica, scandita dai ciak di una biondissima bambina, la figlia dell’attrice Claudia Gerini, che prende l’incarico come un gioco molto serio.

Il cinema di Antonio e Marco Manetti rispecchia totalmente lo spirito che si respira sul loro set: un cinema familiare, rilassato dove si parla di argomenti seri sdrammatizzandoli con l’ironia tipica delle unioni che funzionano. Un cinema dove un forte sodalizio diventa la base di partenza per sperimentare e spingere ogni volta più in là il limite della creatività.

Questa volta i due registi-sceneggiatori stanno lavorando a "un film serio in cui però si ride" dicono i Manetti, un film in cui ci si spara, ci si ama e all'improvviso si canta. Perché la vera scommessa, ora, è prendere spunto da un mix di crimine e commedia per approdare al musical. "Il nostro punto di riferimento un po' folle è stato Grease: è un film che amiamo moltissimo, forse anche per motivi generazionali. Quando ci è venuta l'idea di imbarcarci in un musical, abbiamo pensato che avremmo voluto farlo proprio così: un film dove non ti stanchi mai di sentire i personaggi cantare, anzi vorresti che lo facessero all’infinito".

Nun è Napule però non racconta l'amore tra due liceali, ma l’avvincente vicenda di un boss della camorra stufo dell'illegalità e di un killer diventato troppo tenero per via di un vecchio amore ritrovato. Insomma, una moderna sceneggiata napoletana, interpretata da un poker di attori ben assortito, di cui tre già presenti nel precedente film dei Manetti Song’e Napule: Carlo Buccirosso nei panni del boss, Giampaolo Morelli in quelli del sicario e Serena Rossi nel ruolo di un'infermiera: "Eravamo decisi a non scegliere nessuno degli attori di Song’e Napule – dicono i registi - perché non volevamo che questo film sembrasse una ripetizione, ma mentre facevamo i casting ci siamo accorti che quei ruoli erano perfetti proprio per loro! In più, abbiamo reclutato Claudia Gerini, che conosciamo da anni: lei sarà la donna del boss". Perché, anche sul set, un cast che funziona diventa come una famiglia su cui contare.

Su Sky Cine News prossimamente le interviste al cast del film e le immagini del dietro le quinte.