Nicholas Hoult: In futuro saremo tutti Equals

Inserire immagine
Nicholas Hoult a Giffoni 2016 (Foto Getty Images)

Al Giffoni Film Festival, la star britannica ha presentato Equals, stroria d'amore ambientata un mondo fantascientifico dove un Collettivo-Grande Fratello modifica geneticamente gli esseri umani per privarli delle emozioni.

Nel film, in uscita il 4 agosto, e già presentato in concorso alla scorsa edizione della Mostra del Cinema di Venezia, Nicholas divide la scena con una diafana  Kristen Stewart

di Sara Albani

 

 

Fan in delirio intorno al blue carpet di Giffoni per gli ultimi ospiti internazionali di questa edizione: dopo il trentenne Sam Claflin, che ha presentato qui in anteprima la favola romantica tra un ragazzo tetraplegico e una giovane badante che cambierà la sua vita, Io prima di te (in uscita il primo settembre), è arrivato anche il 26enne Nicholas Hoult: anche lui inglese, anche lui protagonista di una storia d'amore, collocata però in uno di quei futuri distopici  dove tutti sono vestiti di bianco e il tempo sembra essere sospeso.

 

Parliamo di Equals, in uscita il 4 agosto, già presentato in concorso alla scorsa edizione della Mostra del Cinema di Venezia. L'attore inglese divide la scena con Kristen Stewart, pallida e rarefatta al punto giusto per incarnare l'oggetto della passione proibita di Nicholas, in un mondo fantascientifico dove un Collettivo-Grande Fratello modifica geneticamente gli esseri umani per privarli delle emozioni.

 

“Con il regista Drake Doremus abbiamo lavorato molto in fase di prove – ci racconta Nicholas – voleva che ci sentissimo a nostro agio, che creassimo quella particolare sintonia fuori dal set che ci permettesse poi di reagire quasi spontaneamente agli eventi in fase di riprese”.

 

Sono passati quindici anni dalla commedia di successo tratta da Nick Hornby About a boy con Hugh Grant, che gli regalò la fama a soli 12 anni, quando considerava la recitazione solo come un hobby che lo ha fatto viaggiare, ma senza mai smettere di andare a scuola, “come magari succede ad altri giovanissimi attori, che forse seguono il sogno dei genitori più che il proprio”.

 

E ora in cantiere ha tantissimi progetti: uno su tutti Rebel in the Rye, biopic su J. D. Salinger. Racconterà lo scrittore de Il giovane Holden quando era ancora un ragazzo, durante la Seconda Guerra Mondiale. “Era un ribelle – dice Hoult – ed è un onore interpretarlo. Anche se è un compito difficile: normalmente quando porti al cinema un personaggio conosciuto hai accesso a fotografie, filmati, interviste. In questo caso abbiamo soltanto i fatti della sua vita, perché parliamo di una persona molto riservata”.

 

Infine ci sarà il drammatico The Death and Life of John F. Donovan di Xavier Dolan, primo film in lingua inglese del giovane regista canadese Gran Premio della Giuria allo scorso Festival di Cannes per il melò familiare Juste la fine du monde. Questo nuovo progetto racconterà la storia della star americana John F. Donovan che vedrà la sua carriera compromessa a causa di un'amicizia con un ragazzino. E Nicholas si troverà a dividere la scena con dei super big, da Jessica Chastain a Susan Sarandon, da Kathy Bates a Kit Harington, meglio conosciuto come il Jon Snow de Il Trono di Spade.