Pupi Avati, l'arcano incantatore del nostro cinema

Inserire immagine
Stefano Dionisi ne L'Arcano Incantatore

Pupi Avati è il protagonista del ciclo Facce da Cult in programmazione su Sky Cinema Cult domenica 28 agosto dalle 14.20. Si parte con Dichiarazioni d'amore e si chiude con L'amico d'infanzia. In prima serata L'Arcano incantatore

E' il regista Pupi Avati il protagonista del ciclo Facce da Cult in programmazione su Sky Cinema Cult domenica 28 agosto dalle 14.20. Si parte con i problemi familiari, scolastici, sentimentali
di un gruppo di quindicenni in Dichiarazioni d'amore: siamo a Bologna nel dopoguerra, si sfidano Dc e Pci, la piccola borghesia e i suoi piccoli riti. Il giovane Dodo scopre i primi turbamenti d'amore. Si innamora di una coetanea che ha baciato durante una penitenza. Ma ogni tentativo di avvicinarsi a lei finisce sempre col fallire. Passano gli anni, siamo ai giorni nostri e la ragazzina che ha fatto perdere la testa a Dodo è una bella quarantenne con una vita complicata. Si prosegue con Fratelli e sorelle, dove si intrecciano le storie di vari personaggi italiani in America.

Quindi c'è Festival, la malinconica storia di un ambizioso attore, interpretato da Massimo Boldi, che sogna di rilanciarsi con un film in concorso al Festival di Venezia. Sembra che vinca, si accendono illusioni e speranze ma il finale è amaro. In preserale andrà in onda il drammatico Un ragazzo d'oro, con Sharon Stone e Riccardo Scamarcio protagonisti. In prima serata è la volta de L'Arcano incantatore, film fantastico e gotico sulla stregoneria: ci sono un fantasma che non ha pace, un morto che deve essere disseppellito per evitare sciagure, un giovane che cerca di uscire da questi misteri, un vecchio morente che custodisce segreti disperati e una suggestiva libreria antica. Pupi Avati con questo film ritorna al genere delle origini. Si chiude in seconda serata la storia di vendetta raccontata ne L'amico d'infanzia.