La vita è meravigliosa con Frank Capra

Inserire immagine
James Stewart e Henry Travers in una scena tratta dal film "La vita è meravigliosa"

Per celebrare il grande regista Frank Capra, a 25 anni dalla morte, Sky Cinema Classics, sabato 3 settembre alle 21.00 manda in onda il film capolavoro tratto dal racconto The Greatest Gift, di Philip Van Doren Stern, e interpretato da un magistrale James Stewart, La Vita è Meravigliosa

Sono stati scritti fiumi d’inchiostro sul capolavoro di Frank Capra, La vita è meravigliosa che Sky Cinema Classics riproporrà sabato 3 settembre alle 21.00 per celebrare i 25 anni della scomparsa del regista scomparso nel 1991. Partiamo dal fatto che il film, datato 1946, è stato inserito dall’American Film Institute nella nella lista dei 100 migliori film di sempre; inoltre è stato considerato, in una speciale classifica come il primo film che offre più speranza e coraggio agli spettatori.

Eppure quando uscì nei cinema non riscosse un particolare successo. Anzi possiamo dire che si trattò di un vero flop, almeno a confronto dei film di Capra che aveva diretto degli anni ’30. Candidato a 5 premi Oscar, non ne vinse alcuno e finì dimenticato, finché furono gli innumerevoli passaggi televisivi a far riscoprire tutta la magia di questo capolavoro senza tempo..

Il racconto su cui è basato è dello scrittore e storico Philip Van Doren Stern, The Greatest Gift, rifiutato da diverse riviste e poi fatto stampare da un piccolo editore per regalarlo agli amici, venne acquistato dalla RKO perché era piaciuto a Cary Grant. La società incaricò Dalton Trumbo, Clifford Odets e Marc Connelly di adattarlo allo schermo. Il racconto finì nella mani di Capra, che appena tornato dalla guerra fu scelto per farne un film. Fu scelto come attore principale James Stewart, che aveva già diretto in Mister Smith va a Washington. Accanto a lui un raffinato cast: Lionel Barrymore, nel ruolo dell’avido banchiere Potter, Donna Reed, in quello della moglie Mary, e Henry Travers, l’angelo di seconda categoria.

Nel 1984 lo stesso Capra dichiarò al Wall Street Journal che nei confronti de La vita è meravigliosa si sentiva come un genitore orgoglioso di un figlio diventato Presidente, come se vivesse di vita propria. E a 70 anni dalla sua uscita non possiamo far altro che ringraziare Capra per averci donato un film che ogni volta che vediamo ci commuove e ci fa piangere.