Hitman: Agente 47: gamemovie e azione

Inserire immagine
Un'immagine dell'attore Rupert Friend in "Hitman: Agente 47"

Reboot tratto dall’omonimo videogioco, con Rupert Friend (Homeland) nei panni dell’ Agente 47, assassino geneticamente modificato in laboratorio per essere un killer perfetto. Messo a confronto con le incredibili rivelazioni sulle proprie origini, l’Agente 47, dovrà allearsi con una donna misteriosa per sconfiggere una pericolosa organizzazione criminale. Appuntamento, in prima tv, su sky Cinema 1, domenica 4 settembre alle 21.15

Arriva su Sky Cinema 1, in prima tv, domenica 4 settembre, Hitman: Agente 47 pellicola tratta dalla serie di videogiochi Hitman, già portata sul grande schermo nel 2007 col film Hitman – L’assassino senza riscuotere il successo atteso.

La storia si ripete anche con questo nuovo game movie la cui sceneggiatura è stata affidata a Skip Woods e Mike Finch, mentre la regia è stata affidata  all'esordiente polacco Aleksander Bach. Inizialmente per la parte dell’Agente Dispotico era stato scelto Paul Walker ma dopo la sua tragica dipartita, avvenuta il 30 novembre 2013, venne scelto l’attore Rupert Friend per sostituirlo. Forse un protagonista più conosciuto dal grande pubblico, Walker è stato uno dei volti simbolici della saga Fast&Furious e avrebbe risollevato un po’ le sorti della pellicola al botteghino.

Il professor Piotr Litvenko, dopo esser stato a capo di un’organizzazione che creava le perfette macchine da guerra, soldati, modificati geneticamente, sparì nel nulla. A cercarlo ancora è rimasta sua figlia, Katia, che incontra un uomo, Smith, che la mette in guardia su un Agente 47 che sarebbe in giro, un sicario perfetto, da cui lui potrebbe proteggerla fornendo fra l’altro notizie del padre scomparso. Katia apprende le informazioni ma appare improvvisamente l’agente 47 che spara all'uomo. L’agente 47 spiega a Katia di non esser lì per farle del male ed ha un segreto da rivelarle e le mostra quale perfezione abbiamo raggiunto con lui: è forte, intelligente, molto veloce ed ha tutti i sensi perfettamente sviluppati. Smith si riprende rivelando chi è in realtà e dando la conferma all'agente 47 che sia un soldato dell’organizzazione Syndicate, che vorrebbe creare un esercito di soldati perfetti, ovvero geneticamente modificati. Katia e 47 riescono a fuggire e scopre anche dove si trova suo padre. Riescono a raggiungerlo ma vengono attaccati ed il padre di Katia sparisce di nuovo, stavolta rapito da Smith.

Katia e 47 si mettono all'opera per rintracciarlo, scoperta la sua posizione, 47 si trova a dover fronteggiare di nuovo Smith e Katia si lancia all'inseguimento del padre. Riuscirà a salvarlo? Agente 47 porterà a termine la missione che gli era stata affidata?