Michael Douglas, caccia all'uomo in The Reach

Inserire immagine
Michael Douglas, protagonista del film di Sky Cinema 1, "The Reach. Caccia all'uomo"

Michael Douglas è il protagonista dell’ adrenalinico thriller , tratto dal romanzo di Robb White Deathwatch. Mentre si trova a caccia nel deserto americano, Madec, arrogante uomo d'affari, uccide accidentalmente un uomo. Per liberarsi del cadavere, è costretto a chiedere l'aiuto della sua giovane guida, che però si rifiuta di collaborare. L’evento darà il via ad una spietata caccia all’uomo. Appuntamento in prima tv, venerdì 30 settembre alle 21.15 su Sky Cinema 1

 

Un Duel, quello di Spielberg del 1971, ma con una sola auto, quella del cattivo e ricco John Madec (Michael Douglas) e, dall'altra parte invece, un uomo giovane e 'onesto', ovvero Ben (Jeremy Irvine). Insomma quasi una guerra tra ricchi e poveri, dove un uomo in auto (un mega Suv Mercedes) insegue un uomo nudo a piedi in pieno deserto del Nevada. Potrebbe essere riassunto così The Reach. Caccia all'uomo, thriller mozzafiato di Jean-Baptiste Leonetti, in onda, in prima tv, venerdì 30 settembre alle 21.15 su Sky Cinema 1

Ispirato al romanzo Deathwatch di Robb White, che ne è anche lo sceneggiatore, il film - che guarda sia a Duel che a Mad Max - racconta, come in un western moderno, la storia di John Madec, pescecane della finanza, che assolda il giovane Ben per una caccia nel deserto del Nevada. Ben è la migliore guida del posto. E così, pattuito un prezzo, il ragazzo sale fiducioso sul Suv Mercedes a sei ruote di Madec (costo 500.000 dollari) pieno di ogni tecnologia, dalla macchina di caffè al forno a microonde. Ci vuole poco al bravo ragazzo per capire che il suo datore di lavoro è ammantato dal più solido dei cinismi. Ma, va detto, anche il ragazzo non mancherà di sorprendere per forza e carattere.
 

Così, quando Madec incorre in un incidente di caccia e uccide casualmente un uomo, farà ovviamente di tutto per nascondere l'accaduto, ma il ragazzo, nonostante l'offerta di una enorme somma, alla fine non ci sta. E così al cinico Madec non resta che a imporre al ragazzo di spogliarsi e cercare la salvezza in un posto, il deserto, dove si muore in poche ore grazie al sole cocente e agli enormi sbalzi di temperatura. Una caccia all'uomo impari. Un uomo armato, con la sua auto piena di confort, contro un ragazzo che ha dalla sua la grande voglia di vivere e la conoscenza dei luoghi.
 

Prodotto e interpretato da Michael Douglas, il film, a detta di quest'ultimo, mette in scena una sorta di Gordon Gekko in versione western, ovvero il personaggio protagonista nel film del 1987 Wall Street (con il quale l'attore ha vinto l'Oscar) e nel suo seguito del 2010 Wall Street: il denaro non dorme mai, entrambi diretti da Oliver Stone.

"Alla fine – come ha avuto modo di spiegare il regista, nato a Parigi e autore de 'Le Pays de Ours' e 'Carre' Blanc' -, questo film è un classico western degli anni '70, con la morale che qualsiasi cosa farai, buona o cattiva, finirai per pagarla. Mi sono ispirato al film di Spielberg 'Duel' e a 'Mad Max'. Due film magnifici, che catturano perfettamente la polvere, la luce, il sudore e il bagliore del paesaggio. Questo era quello che volevo creare”