Sky 3D Vintage: Cinecittà diventa a tre dimensioni

Inserire immagine

In occasione del lancio del canale Sky 3D Vintage (in onda dall'8 al 16 ottobre), i leggendari studios di Cinecittà che hanno fatto la storia del grande schermo si sono trasformati in uno straordinario Drive In. Tra la mitica Lancia Aurelia B24 Spider del Sorpasso, il suggestivo set di Gangs of New York e le tantissime automobili e moto d'epoca messe a disposizione dall'Automotoclub Storico Italiano e dalla Vespa, la serata è stata un evento da sogno in salsa retrò per celebrare un canale fatto della materia di cui sono fatti i sogni.  

 

di Paolo Nizza

(inviato a Roma)


"Film come sogni, film come musica. Nessun'arte passa la nostra coscienza come il cinema, che va diretto alle nostre sensazioni, fino nel profondo, nelle stanze scure della nostra anima."

Le parole di Ingmar Bergman accendono la lanterna magica di questa serata. Le gonne a campana di deliziose hostess a pois ci proiettano in un mondo incantato ed elegante. Basta inforcare gli occhialini per la visione tridimensionale e il gioco è fatto. Sullo schermo scorrono le immagini di Viaggio nel cinema 3D - Una storia Vintage. I buffi diavoli del calderone infernale cucinato da quel sopraffino MasterChef che risponde al nome di Georges Melies incontrano le mani perfette di Grace Kelly, impegnatissima a evitare di essere la vittima designata del Delitto Perfetto. Le spaventose fauci di un famelico Carcharodon carcharias si spalancano sul volto ustionato dell'inarrivabile e sublime Vincent Price, mad doctor in fissa per le maschere di cera. Sono frammenti di fantasie, schegge di visioni raccolte da Jesus Garces Lambert, regista messicano,  talentuoso e brillante, capace di realizzare un documentario in grado di trasportarci tutti nella terza dimensione, che è la dimensione del sogno, del desiderio, della chimera. In questo florilegio cinematografico vigilano come alteri custodi i fondali di Gangs of New York.  

La straordinaria Cinecittà per una notte torna a essere la Hollywood sul Tevere. Nei suoi leggendari e meravigliosi studios che hanno scritto pagine e pagine di storia del grande schermo pare di vedere Scorsese, DiCaprio e Daniel Day Lewis, in un paradosso temporale i five points della New York di fine Ottocento incontrano l'America degli anni Cinquanta, in un delirio di hot dog, hamburger, ketchup e patatine. E, come se non bastasse, a sparigliare ancora di più le carte tra le pregiate vetture d'antan di questo onirico drive in, si palesa una macchina che ha cambiato la Storia del Cinema. E' la Lancia Aurelia immortalata da Dino Risi nel Sorpasso. L'automobile di Bruno Cortona. Verrebbe da urlare "Vai cavallina!", mentre da un momento all'altro ti aspetti di sentire la voce di Gassman che dice. "A Robe', che te frega delle tristezze. Lo sai qual è l'età più bella? Te lo dico io qual è. È quella che uno c'ha giorno per giorno!".

Tantissime le automobili e motociclette d'epoca messe a disposizione dall'ASI, l'Automotoclub Storico Italiano, e dalla Vespa: vere e proprie opere d'arte su due e quattro ruote che hanno contribuito a rendere la serata ancora più vintage e incantevole.

Insomma questa notte che ci prepara a Sky 3D Vintage (un progetto editoriale mai tentato prima al mondo: da sabato 8 a domenica 16 ottobre un intero canale dedicato propone per la prima volta i film che hanno fatto la storia del 3D dalle prime sperimentazioni all’anaglifo sino all’attuale 3D stereoscopico) ci regala un eterno presente in cui il passato e il presente danzano cheek to cheek. 

Merito anche degli Street Clerks. La Band di Epcc con la consueta perizia e indiscussa bravura si esibisce in cover da favola. Batterie di professionisti offrono performace di rock 'n' roll acrobatico di squisita fattura. Ci sono anche Manuel Agnelli distinto e cordiale, la Tea Falco di 1992, in attesa di vederla in 1993, e Fortunato "Don Pietro" Cerlino. Nel ballo si scatena pure la fascinosa e bellissima Daniela Virgilio, la Patrizia di Romanzo Criminale.

Tra suoni, luci e visioni, l'evento diventa una sorta di film nel film. Un omaggio all'essenza della settima arte. Manca solo il Monroe Sthar degli Ultimi fuochi. Ma forse c'è. Seduto al volante dell'Aurelia si accende un fiammifero e dice: "Stavo solo facendo del cinema".

 

 

 

 

Storia del cinema in 3D - Una storia Vintage  è
Storia del cinema in 3D - Una storia Vintage  è