Steve-O: insulti a Sea World in difesa delle orche

Inserire immagine
Matthew McConaguey, Ryan Gosling, Steve-O ©Kikapress

Da Ryan Gosling a Matthew McConaguey, sono tanti i vip animalisti che si schierano in prima persona in difesa degli esemplari meno fortunati. Lo scorso ottobre Steve-O è stato addirittura arrestato per aver protestato contro il parco acquatico Sea World. GUARDA IL VIDEO

Le celebrities che amano gli animali sono molte, alcune di loro però non si limitano all’affetto e scelgono di schierarsi in prima persona in difesa degli esemplari meno fortunati. Lo scorso ottobre Steve-O è stato addirittura arrestato per aver protestato contro il parco acquatico Sea World, ma a distanza di qualche mese non sembra affatto pentito. Steve-O ha protestato contro SeaWorld per molto tempo e una cosa rimane chiara ... li odia ancora.

Durante un’intervista al sito TMZ, che lo ha incontrato all’aeroporto di Los Angeles, la stella DI Jackass si è dichiarato entusiasta della California che vieta i programmi di allevamento per orche in cattività e dice che gli spettacoli che hanno come protagonisti quel tipo di animali stanno per finire. La fine dell’intervista di Steve-O si conclude con un insulto a Sea World, con la solita irriverenza che ha da sempre contraddistinto lo stuntman ed ex fidanzato di Elisabetta Canalis.

 

Da molto tempo il fervente animalista McConaughey ha dimostrato che il suo eroismo non si limita al grande schermo. In seguito all'uragano Katrina, è volato in Louisiana e ha contribuito al salvataggio di 70 animali domestici abbandonati da circa una settimana, criceti inclusi. Matthew sostiene un gruppo chiamato Growing Up With Pets, crescere con gli animali, che insegna ai genitori come un animale domestico può diventare parte integrante della vita di ogni bambino.

 

All'inizio di questo mese, Gosling ha scritto un editoriale per The Globe and Mail. Invece di promuovere il suo ultimo film però, l'articolo ha voluto prendere posizione contro le condizioni terribili in cui gli animali destinati al macello vengono tenuti prima di essere condotti verso il loro sfortunato destino, cioè diventare il nostro cibo.

“Ci sono maiali” scrive Gosling, “tenuti in piccole casse, che soffrono più di quanto la maggior parte di noi possa lontanamente immaginare. Sono animali estremamente sociali e intelligenti, cui viene negato qualsiasi stimolo fisico o psicologico".