Maryl Streep: sosterrò Fuocoammare di Gianfranco Rosi

Inserire immagine
Meryl Streep - Foto Kikapress

L'attrice americana Meryl Streep, protagonista alla Festa del Cinema di Roma con Florence il nuovo lavoro di Stephen Frears, confessa: "Che bello essere italiani. Agli Oscar faccio il tifo per Rosi!".

Alla Festa del Cinema di Roma arriva l’attrice tre volte Premio Oscar, Meryl Streep, che giovedì 20 ottobre incontrerà il pubblico presso la Sala Sinopoli, commentando le sequenze dei film che l’hanno resa celebre in tutto il mondo e parlando agli spettatori delle grandi attrici italiane che l’hanno influenzata, Silvana Mangano su tutte. La Streep, inoltrte, presenterà il suo ultimo film, Florence Foster Jenkins di Stephen Frears, che la vede protagonista assieme a Hugh Grant.

Grazie a pellicole come Kramer contro Kramer, La scelta di Sophie e The Iron Lady, l’attrice statunitense confessa di amare da sempre il nostro Paese e si dichiara affascinata da noi italiani. “Vi amo, ha detto nella nostra lingua in conferenza stampa, “ed è impossibile non amarvi, tutti vorrebbero essere come voi”.

La Streep è a Roma ed è l’ospite più atteso alla Festa del Cinema diretta da Antonio Monda, come testimoniano i tanti fan vicino al red carpet pronti per vederla dal vivo alla prima del suo nuovo film, Florence, il nuovo lavoro di Stephen Frears.

Qualche mese fa, all’ultima Berlinale, la Streep aveva caldamente sostenuto Fuocoammare, il film di Francesco Rosi, già vincitore dell’Orso d’Oro e candidato come Miglior Film Straniero ai prossimi Oscar.“È un film meraviglioso, un lavoro straordinario con cui il regista è riuscito a raccontare la bellezza di un’isola, Lampedusa, intrecciandola con la storia di un medico e con l’orrore, facendoci entrare in contatto con quella tragedia, ma anche uscirne. Secondo me ha un’ottima chance di vittoria”, ha spiegato in un inglese perfetto, lei che ha già interpretato un’italiana, Francesca, nell’indimenticabile I ponti di Madison County accanto a Clint Eastwood. Da oggi, poi, la Streep sostiene anche un’altra attrice nostrana, Alba Rohrwacher: “è lei l’attrice del futuro, la apprezzo tantissimo e credo che sia incredibilmente speciale”.

Ha inoltre confessato la Streep: “Non leggo mai le recensioni e non mi piace il giornalismo di intrattenimento tratta delle tematiche tipo l’età e l’aspetto fisico che non mi interessano”, ricordandoci che “il cinema è un’illusione e che l’illusione è necessaria. Diversamente, vivremmo in un mondo incredibilmente noioso”.