Gli attori? Odiano i loro più grandi successi

Inserire immagine
Getty Images

Quella pellicola li ha resi celebri. Eppure loro non la amano affatto. Da Daniel Radcliffe a Robert Pattinson, passando per Kate Winslet ecco i film più odiati dalle star che ne sono state protagoniste GUARDA I VIDEO

 

di Floriana Ferrando

Che si tratti di incredibili flop o di kolossal che hanno sbancato il botteghino poco importa: molti attori odiano alcuni dei film in cui hanno recitato. Colpa di una storia noiosa, di personaggi poco credibili oppure di dialoghi per nulla brillanti: i motivi sono fra i più svariati.

Maghi e vampiri – Prendiamo la saga di Harry Potter: Daniel Radcliffe è riconoscente al maghetto che lo ha reso celebre quando era ancora alle prime armi. Tuttavia la storia non lo ha mai convinto del tutto. E anche il suo personaggio, ammette, non è sempre stato di alto livello, soprattutto nell’episodio Harry Potter e il Principe Mezzosangue dove la sua interpretazione - ha detto al Daily Mail - “è monocorde, la odio”. Le cose vanno meglio, invece, ne l’Ordine della Fenice: “Il miglior film è il quinto, vedo dei progressi”. Dopo Harry Potter è il turno di Twilight e del suo protagonista Robert Pattinson: già il romanzo da cui è tratta la saga fantasy non gli era piaciuto affatto, ma della serie ha addirittura ammesso che “non ha alcun senso”. Ma un’occasione simile non poteva certo rifiutarla…



Da Star Wars a Titanic – Avranno pure messo a segno incassi da record, ma neppure le galassie di Guerre Stellari e la storia d’amore raccontata in Titanic da James Cameron si salvano. Ricordate il saggio Obi Wan Kenobi nel primo episodio della saga, datato 1977? Ad interpretarlo è Alec Guinness, noto attore per lo più teatrale, che non risparmia critiche alla saga. I dialoghi di cui è stato protagonista? “Chiacchiere senza senso”. La storia? “Una fiaba spazzatura”. Stessa storia per Kate Winslet, poco riconoscente alla pellicola che le è valsa una candidatura all’Oscar come miglior attrice protagonista. L’attrice nei panni di una giovane nobildonna travolta dalla passione per lo squattrinato Jack interpretato da Leonardo Di Caprio, parlando del personaggio ha commentato: “Quando rivedo il film ad ogni singola scena penso… davvero? Veramente sono stata capace di farlo? Oh mio dio, anche il mio falso accento americano, non riesco ad ascoltarlo. È davvero terribile”.



Eroi poco super – Batman? È un flop se ad interpretarlo è George Clooney, come in Batman e Robin del 1998. Lo ha detto la critica e pure l’attore è d’accordo, tanto che ha ammesso durante un’intervista al Graham Norton Show: "Lasciatemi dire che realmente pensavo che avrei distrutto il franchising. Sul momento ho pensato che poteva essere una mossa molto buona per la mia carriera. Uhm, non lo era”. Un mea culpa arriva anche da Halle Berry che con Catwoman del 2004 ha ricevuto il premio come peggior attore ai 25esimi Razzie Awards, commentando ironicamente: “Per fare una pessima prestazione come la mia è necessario disporre di attori davvero pessimi”.