Leonardo Pieraccioni, in arte Cenerentolo

Inserire immagine
Leonardo Pieraccioni e Laura Chiatti

Arriva, in prima tv, su Sky Cinema Uno, l’ultima commedia di Leonardo Pieraccioni con Laura Chiatti protagonista e l’attore-regista nei panni di un moderno Cenerentolo. Umberto è un ingegnere che ha tentato una rapina in banca ed è stato colto con le mani nel sacco. In carcere l’uomo incontra Morgana, una bella insegnante di ballo che lo scambia per un operatore culturale. Umberto decide così di alimentare l'equivoco e inizia ad inventarsi mille occasioni per sgattaiolare fuori di prigione, nonostante il rientro obbligatorio a mezzanotte. Appuntamento domenica 25 dicembre alle 21.15

 Era il 1995, praticamente quasi un’era geologica fa,  quando uno sconosciuto neo cineasta toscano, all’anagrafe Pieraccioni Leonardo, esordì sul grande schermo con I laureati, commedia forte di una freschezza leggera che fece conoscere a tutta Italia un nuovo talento comico.

Da allora sono passati 21 anni e quello che era un esordiente ha nel frattempo girato 12 film sfornando successi clamorosi come il suo super premiato Il ciclone (soprattutto al box office) a film decisamente un po’ meno riusciti.

Con Il professor Cenerentolo, in prima tv, l’attore e regista toscano ha cercato di intraprendere una nuova strada, abbondando il personaggio un po’ sbadato e insieme rubacuori che nel tempo lo hanno reso famoso, virando su una  commedia cattiva, spietata, ruvida e forse anche molto più comica. Una sorta di pellicola, come ha detto lo stesso Pieraccioni,  alla Soliti ignoti, quelli in cui dei poveri disgraziati si trovano a organizzare un colpo.

Impresa che tenta Umberto, il protagonista del film e interpretato dallo stesso Pieraccioni, un uomo come tanti oggi, che lavorano lavorano ma non vengono pagati. Allora per salvare la sua azienda prova a sfondare il muro di una banca, ma come tutte le persone perbene, non lo sa fare, viene arrestato e finisce in prigione. Ed è proprio fra le mura del carcere di Ventotene, Umberto, che di giorno lavora nella biblioteca del paese, in una sera di dibattito aperto incontra Morgana (Laura Chiatti), una bella e semplice insegnante di ballo, con il 25% di invalidità mentale, che lo scambia per un operatore culturale. Tra i due scocca la scintilla e Umberto, invece di optare per la sincerità, alimenta l'equivoco e inizia ad inventarsi mille modi per poter vedere la sua "fata" senza che lei si accorga che sia un carcerato costretto a rientrare in cella a mezzanotte, come un moderno Cenerentolo.

Nel cast anche anche, Massimo Ceccherini, Flavio Insinna e Davide Marotta.