Vincent Cassel e il suo momento di follia

Vincent Cassel e Lola Le Lann in una scena tratta dal film "Un momento di follia"

Vincent Cassell e Francois Cluzet (Quasi Amici) sono i protagonisti del  remake dell'omonima pellicola diretta dal regista Claude Berri nel 1977. Antoine e Laurent, amici di lunga data, trascorrono le vacanze in Corsica con le figlie adolescenti. Una sera sulla spiaggia Louna seduce Laurent. Lei è innamorata ma per Laurent si tratta solo di un momento di follia.  Appuntamento, in prima tv, su Sky Cinema Uno, venerdì 13 gennaio alle 21.15

Può succedere che due amici per la pelle, due quarantacinquenni in crisi coniugale vadano in vacanza insieme portandosi dietro le loro figlie E che uno dei due venga concupito senza che lo voglia dalla inebriatane freschezza della figlia dell’altro.

E quello che capita proprio nel film Un momento di follia di Jean-François Richet che torna sulle tracce del compianto Claude Berri portandone sullo schermo in forma di remake quel Un moment d’égarement (1977) che a suo tempo colpì la critica francese provocando non poco scandalo per le tematiche trattate.
 

L’appuntamento con il film è per venerdì 13 gennaio alle 21.15 su Sky Cinema Uno.
 

La trama ci racconta appunto di questi due amici con una situazione sentimentale difficile alle spalle, ovvero Antoine (Francois Cluzet) e Laurent (Vincent Cassel) che decidono di partire con le loro rispettive figlie ovvero Louna (Lola Le Lann) e Marie (Alice Isaaz).

I quattro si ritrovano a passare una vacanza nella bella e diroccata casa di famiglia di Antoine sulle coste della Corsica. Qui Louna, romantica e inquieta come  può esserlo una ragazza che non ha ancora compiuto diciott'anni, inizia a provare interesse per Laurent, padre della sua amica. Va detto però che quest'ultimo fa di tutto per smorzare la sua passione. Ma quando la ragazza lo coinvolge in quello che inizialmente doveva essere solo un innocente bagno notturno e, contro la volontà di Laurent, si spoglia nuda, lui cede. 

Per Laurent è solo un attimo di follia, ma questo non vale per Louna che inizia a perseguitarlo, tanto che a un certo punto sua figlia Marie capisce cosa è accaduto e non la prende affatto bene. Ma la ragazza fa di più. Corre in lacrime dal padre raccontandole tutto, senza però fare il nome dell'uomo per cui sta soffrendo. Antoine, un uomo buffo preso dalle sue ossessioni (non ultimo la caccia ai cinghiali che circondano la sua casa rovinando tutto), impazzisce all'idea che un uomo della sua età possa aver avuto un flirt con la figlia minorenne. Non trova di meglio che rivolgersi a Laurent pregandolo di aiutarlo a scoprire l’identità del bastardo che ha fatto male alla sua adorata figlia.
 

Riguardo al film originale di Claude Berri, ha spiegato il regista Jean-Francois Richet, che si misura stavolta in un genere per lui inusuale, "ho preso da lì solo l'idea iniziale. Un quarantacinquenne che va a letto con la figlia del suo migliore amico. Ma a parte questo e qualche citazione nella sceneggiatura, il resto è completamente rivisto. Il film di Berri parlava perfettamente del suo tempo, gli anni '70. Con Lisa Azuelos, cosceneggiatrice, sapevamo di dover parlare dei nostri tempi. I personaggi non sono gli stessi, quindi neanche le reazioni. Nel film di Berri, i due vanno a letto insieme più volte. Nel nostro film solo una: è' Un momento di follia.