Dalton Trumbo, un comunista a Hollywood

Inserire immagine
Bryan Cranston è il protagonista del film "L'ultima parola. La vera storia di Dalton Trambo" in onda, in prima tv, domenica 12 febbraio alle 21.15 su Sky Cinema Uno.

La storia vera di Dalton Trumbo (Bryan Cranston), sceneggiatore americano premio Oscar che lavorò con le più importanti case di produzione cinematografica, prima di essere incarcerato con l’accusa di abbracciare gli ideali comunisti. Deciso a non arrendersi, l’uomo continuò a scrivere sceneggiature sotto falso nome, firmando alcune celebri pellicole come Vacanze Romane. e Spartacus Nel cast anche Diane Lane e Helen Mirren. Appuntamento, in prima tv, domenica 12 febbraio alle 21.15 su Sky Cinema Uno.

Può un comunista ad Hollywood vincere due Oscar? Sì se si chiama 'Trumbo' proprio come racconta il film di Jay Roach dal titolo L'ultima parola. La vera storia di Dalton Trambo in onda, in prima tv, domenica 12 febbraio alle 21.15 su Sky Cinema Uno.
 

Siamo negli anni '40 nella Hollywood del maccartismo e della Guerra Fredda e la caccia è al comunista. Dalton Trumbo (Bryan Cranston) è a quei tempi uno tra gli sceneggiatori più pagati e famosi al mondo, fa parte della cosiddetta “Hollywood ten”, ristretta cerchia di professionisti del cinema famosi per essersi rifiutati di testimoniare di fronte al Comitato per le Attivita Antiamericane (HUAC - House Un-American Activities Committee). E questo nell'ambito dell'ampia indagine sulle attività comuniste negli Stati Uniti.
 

Per questo suo rifiuto, e non solo, Trumbo fu accusato di essere a tutti gli effetti un comunista, inserito nella lista nera, e condannato anche dal governo americano a undici mesi di reclusione. Tra i suoi grandi nemici l'allora potente giornalista ultra-repubblicana Hedda Hopper (Helen Mirren).  Dopo la condanna per ben tredici anni, Hollywood non fa lavorare Trumbo per non essere compromessa in derive ideologiche dannose per il business. Lui che aveva al suo attivo pellicole classiche come Kitty Foyle - Ragazza innamorata e  Missione Segreta. Trumbo è costretto a vendere la sua casa e a vivere ai margini di quel mondo dorato dal quale aveva ricevuto tutto. Si ritrova così a scrivere, ma sotto falso nome. Ritorna per lui la luce quando due pezzi grossi di Hollywood come Kirk Douglas e il regista Otto Preminger inseriscono il suo nome di sceneggiatore sui loro rispettivi film di successo come Spartacus ed Exodus.  Una riabilitazione che gli portò anche due Oscar per i soggetti di Vacanze romane (1954) e La più grande corrida(1956).
 

Tratto dal libro Dalton Trumbo di Bruce Cook, L'ultima parola - La vera storia di Dalton Trumbo il film ha la sceneggiatura a firma di John McNamara (Aquarius, Prime Suspect) e dello stesso regista Jay Roach.
 

Trumbo è Bryan Cranston, due Emmy Awards per la miniserie tv della AMC Breaking Bad per il ruolo dell'insegnante di chimica Walter White cui è stato diagnosticato un tumore maligno.

Questo è quanto dichiarato al momento della sua uscita nelle sale dallo stesso Cranston :   ''Il messaggio di questo film riecheggia a livello internazionale . Quando un governo abusa dei suoi poteri e la stampa viola i diritti civili di un cittadino". E ancora l'attore: "E' accaduto negli Usa, un uomo è finito in carcere per quasi un anno anche se non aveva commesso crimini".