Donald Glover, il nuovo "Re Leone" di cinema e tv

Inserire immagine
Donald Glover (© Getty Images)

Dopo avere vinto due Golden Globe con la serie tv Atlanta, da lui creata e interpretata, ed essere stato scelto per l'iconico ruolo di Lando Calrissian nello spin-off di Star Wars dedicato ad Han Solo, Donald Glover presterà anche la voce a Simba nella versione live-action del Re Leone. Per non parlare di Spider-Man. Ecco un breve ritratto di un attore (e cantante) che sembra inarrestabile.

di Marco Agustoni

 

 

DONALD GLOVER, GOLDEN BOY

 

In Italia, il nome di Donald Glover, per quanto familiare agli appassionati di cinema e tv ormai da qualche anno, in Italia non è ancora noto a tutti. Ma lo sarà molto presto, perché questo 33enne di Atlanta è uno degli uomini del momento, fresco della sua recente (e duplice) vittoria ai Golden Globe.

 

 

STRAIGHT OUTTA ATLANTA

 

Atlanta - © Guy D'Alema/FX

 

Partiamo proprio dai Golden Globe, dove Donald con la sua doppietta ha realizzato un'impresa degna di essere ricordata. Già, perché la serie tv da lui creata e interpretata, Atlanta (in onda su FOX), è brillante e divertente, ma è anche insolita, bizzarra, a tratti surreale.

 

Eppure sia il pubblico che la critica dimostrano di averne colto anche gli aspetti più complessi, visto il successo avuto: la serie è già stata rinnovata per una seconda stagione e si è aggiudicata il Golden Globe per la Miglior serie tv commedia o musicale e quello per il Miglior attore in una serie tv commedia o musicale, vinto per l'appunto da Glover.

 

Ma di cosa parla Atlanta? Fondamentalmente di un ragazzo che vive... ad Atlanta, per l'appunto. Per andare più nello specifico, di un ragazzo afroamericano chiamato Earn, semidisoccupato, padre di famiglia ma con un rapporto difficile con la compagna Vanessa, con il sogno di arricchirsi facendo da manager al cugino rapper-spacciatore, Paper Boi. Una serie scritta bene, girata benissimo e interpretata ancora meglio.

 

 

ASPETTANDO LANDO

 

Billy Dee Williams nei panni di Lando Calrissian - © Disney

 

Il motivo per cui Donald Glover è uno degli attori più chiacchierati del momento, però, non è (solo) l'exploit ai Golden Globe. Il poliedrico attore è stato scelto per una parte a dir poco di prestigio: sarà il giovane Lando Calrissian nello spin-off di Star Wars dedicato ad Han Solo

 

Per capire davvero quanto significhi questo per Glover, bisogna ricordare che stiamo parlando di un appassionato di fantascienza, di Star Wars e, in particolare, proprio di Lando, personaggio in origine interpretato da Billy Dee Williams.

 

Lando Calrissian avrà un ruolo di prim'ordine nel film della saga di Star Wars, ancora senza un titolo ufficiale, in uscita negli USA a fine maggio 2018. Comprensibilmente, la notizia del casting di Donald Glover, che va a unirsi a Alden Ehrenreich, Emilia Clarke, Woody Harrelson e Thandie Newton, ha portato il ragazzo di Atlanta al centro dell'attenzione degli appassionati di Guerre Stellari

 

 

IL RITORNO DEL RE LEONE

 

Il re leone - © Disney

 

Non finisce qui, perché è di pochi giorni fa un altro prestigioso ingaggio per Donald Glover. Il regista Jon Favreau ha infatti rivelato di averlo scelto per doppiare il protagonista Simba nella versione live-action de Il re leone, classico Disney uscito nelle sale nel 1994. 

 

Si tratta dell'ennesimo tassello di una carriera costruita da Glover mattone su mattone, con tanti, spesso originali progetti spalmati nell'arco degli anni e con incursioni in ambiti sempre differenti. A tal proposito: che cosa aveva fatto Donald prima?

 

 

SKETCH E SERIE TV

 

Community © NBC

 

Donald Glover è entrato a far parte molto giovane del gruppo comico noto come Derrick Comedy, attivo soprattutto su internet. Con l'intercessione di Tina Fey, a soli 23 anni è diventato uno degli sceneggiatori della serie tv 30 Rock, con la stessa Fey, Alec Baldwin, Tracy Morgan e Jane Krakowski.

 

L'exploit a livello di fama arriva però poco dopo, quando Donald entra a far parte del cast principale di Community nella parte dell'ingenuo e bonario Troy Barnes, inseparabile amico di Abed Nadir. Lo show di culto creato da Dan Harmon rende immediatamente il ragazzo uno dei beniamini degli appassionati di serie tv. Ma quando al termine della quinta stagione decide di abbandonare il suo posto fisso, risulta subito chiaro che Mr. Glover ha in mente molto di più.

 

I suoi fan su Twitter lo propongono a gran voce come nuovo protagonista dell'imminente The Amazing Spider-Man, ma come ben sappiamo a spuntarla è l'inglese Andrew Garfield (Glover non ha ottenuto nemmeno un provino). Nel frattempo però Donald si regala un paio di apparizioni nella serie tv Girls, oltre a ruoli di rilievo in film come Magic Mike XXL di Gregory Jacobs e The Martian di Ridley Scott.

 

 

CHILDISH GAMBINO... E SPIDER-MAN!

 

Childish Gambino sul palco © Getty Images;

 

In tutto questo, da anni Donald Glover porta avanti una carriera parallela come rapper, con lo pseudonimo (scelto con un generatore casuale di pseudonimi alla Wu-Tang Klan) di Childish Gambino, anche qui distinguendosi dai colleghi grazie al suo stile inconsueto. Dopo il buon esordio di Camp nel 2011, nel 2013 è uscito Because the Internet, seguito dal più recente "Awaken, My Love!", in cui dimostra di avere raggiunto la maturità artistica e vira verso sonorità funkeggianti e psichedeliche.

 

Dopodiché ci sono i già citati Atlanta, Star Wars, The Lion King e insomma tutto quello che abbiamo già visto. E in quanto all'Uomo Ragno, non se ne è fatto più niente? Non esattamente, perché Donald Glover sarà presente anche in Spider-Man: Homecoming, il nuovo reboot in uscita quest'anno, che ha per protagonista Tom Holland. Se ancora non è il momento di vedere uno Spider-Man afroamericano, di sicuro ci siamo andati molto vicini...