Torna al cinema "Raffaello - Il Principe delle Arti in 3D"

Copyright Governatorato SCV – Direzione dei Musei

A grande richiesta torna in sala la nuova produzione d'arte firmata Sky in collaborazione con i Musei Vaticani e con Magnitudo Film e distribuita da Nexo Digital. Raddoppia la permanenza al cinema del film, premiato dal pubblico in termini di numeri e di commenti entusiastici: 45 mila spettatori per i primi 3 giorni in sala, un incasso al botteghino di oltre 400 mila euro e il 4° posto nella top 10 dei film della settimana, superando persino Power Rangers e tutti i film italiani. "Raffaello– Il Principe delle Arti – in 3D” sarà riprogrammato in circa 100 sale martedì 18, mercoledì 19 e giovedì 20 aprile

 

A seguito degli ottimi risultati dell’uscita evento del 3, 4 e 5 aprile, torna in sala il film d’arte “Raffaello – Il Principe delle Arti – in 3D”, amato e premiato dal pubblico in termini di numeri e di commenti entusiastici: 45 mila spettatori per i primi 3 giorni in sala, un incasso al botteghino di oltre 400 mila euro e il 4° posto nella top 10 dei film della settimana, superando persino Power Rangers e tutti i film italiani.

 

"Raffaello– Il Principe delle Arti – in 3D” sarà riprogrammato in circa 100 sale martedì 18, mercoledì 19 e giovedì 20 aprile (l’elenco dei cinema è disponibile su www.nexodigital.it e www.raffaello3d.com).

 

Il film è la prima trasposizione cinematografica mai realizzata su Raffaello Sanzio (interpretato da Flavio Parenti), uno degli artisti più celebri al mondo e il 4° film d’arte cinematografico prodotto da Sky, a seguito del successo dei precedenti film (Musei Vaticani 3D, Firenze e gli Uffizi 3D/4K e San Pietro e le Basiliche Papali di Roma 3D). Un inedito e innovativo dialogo tra mondo dell’arte e mondo del cinema che ripercorre la vita del celebre artista, dai primi passi ad Urbino, passando per la formazione in Umbria e la giovinezza a Firenze, fino al grandioso capitolo romano e in Vaticano, apice ed epilogo del suo percorso umano ed artistico. È stato inoltre riconosciuto di interesse culturale dal MiBACT – Direzione Generale Cinema.

 

Spiega Andrea Scrosati, Executive Vice President Programming di Sky: “Questi risultati dimostrano ancora una volta che investire sulla cultura del nostro paese non solo è un elemento fondamentale della missione di un editore italiano ma genera anche un valore importante: un valore che premia chi ha rischiato e allo stesso tempo chi ha messo a disposizione questo straordinario patrimonio di storia e di creatività”.

 

Ha commentato anche l’AD di Nexo Digital Franco di Sarro: “Di nuovo un contenuto d'arte è riuscito a conquistare il botteghino cinematografico italiano. Per noi come Nexo Digital è un'enorme soddisfazione che si unisce all'orgoglio di aver distribuito questo nuovo progetto di Sky. Non vediamo l'ora di portare Raffaello – il Principe delle Arti – in 3D anche all'estero: ci attendono 60 paesi che aspettano con impazienza di proporre su grande schermo questa nuova meraviglia dell'arte italiana. E subito a seguire approderemo col docu-film anche sui principali network internazionali”.