Aladdin: un Genio di nome Will Smith?

Inserire immagine

Il prossimo action movie targato Disney porterà sugli schermi una versione tutta nuova della fiaba animata del 1992. Fra la principessa Jasmine e lo sfortunato Aladdin, in lizza per interpretare il Genio della lampada c’è l’attore americano

 

La Disney ci riprova con gli action-movie: dopo il recente successo del remake de La Bella e a Bestia che ha incassato nel mondo la cifra record di oltre un miliardo di dollari, la casa di produzione porterà presto sugli schermi la magia dallo squisito sapore orientale di Aladdin. Fra sultani, principesse e tappeti volanti, non può mancare la lampada magica ovviamente. E il Genio? Ad interpretarlo potrebbe essere uno dei talenti più amati di Hollywood.



Will, che Genio! – Le riprese del film diretto da Guy Ritchie ispirato alla fiaba animata del 1992 dovrebbero iniziare a luglio in Inghilterra per terminare verso l’inizio del 2018, ma del cast non si hanno ancora notizie certe. Pare che il regista punti a creare un team variegato, se da una parte infatti sta cercando volti nuovi per i protagonisti Aladdin e Jasmine, per il ruolo del Genio potrebbe affidarsi ad un pezzo da novanta: nel film originale era Robin Williams a dare voce al personaggio animato, adesso secondo alcune indiscrezioni circolate online pare che sia proprio l’ex Principe di Bel Air in lizza per il ruolo. Il nuovo Aladdin si annuncia come un successo assicurato, sarà forse perché a curare la sceneggiatura del remake prodotto da Dan Lin è John August, autore, fra gli altri, di successi come Big Fish, La fabbrica di cioccolato, La sposa cadavere e Frankenweenie. Se la storia sarà fedele all’originale (che all’epoca aveva incassato oltre 500 milioni di dolalri), la narrazione invece, si legge su Deadline, “non sarà lineare” e proporrà dei salti temporali fra le vicende dei personaggi.



Verso il musical animato – Così l’attore, specializzato in ruoli drammatici come quelli in Sette Anime e Alla ricerca della felicità o nel genere sci fi, da Men in Black a Indipendence Day, potrebbe rivelarsi una piacevole sorpresa sul fronte del cinema di animazione. D’altronde si era già parlato di lui poco tempo fa in vista del Dumbo di Tim Burton, poi però l’accordo non è stato raggiunto. Nel live action ispirato alla fiaba di Aladdin Will Smith potrà mettere in mostra tutte le sue qualità di attore e di cantante e ballerino, infatti il film sarà un “musical ad alta energia”, come spiega Sean Bailey, responsabile della produzione cinematografica di Disney. Intanto la casa di animazione non intende certo fermarsi qui e per il futuro ha in mente di riportare sul grande schermo anche successi come Mulan, Peter Pan, Il re leone, La sirenetta e Pocahontas. Intanto Smith, prima di assumere i poteri magici del Genio della lampada di Aladino, sarà nelle sale il prossimo dicembre con il film Bright di David Ayer, un thriller fantasy dove l’attore è un poliziotto alle prese con un universo fatto di elfi, orchi e fate.