Un 2018 a tutto Sci fi movie

Inserire immagine

La 20th Century Fox ha annunciato le date di uscita di alcuni dei suoi titoli più attesi, da Deadpool 2 agli X-Men. Mentre per i sequel di Avatar bisognerà attendere di più…

 

Supereroi, mutanti e molto altro. Il 2018 è l’anno della 20th Century Fox: sono state appena annunciate le date di uscita di alcuni dei film più attesi della casa di produzione in arrivo il prossimo anno. L’uscita di Avatar 2, invece, è stata rimandata. Ecco cosa ci aspetta al cinema.

Deadpool 2 e New Mutants – Il primo ad esordire sarà New Mutants, previsto nelle sale il 13 aprile del 2018, che si basa su un team di eroi adolescenti ben noti agli appassionati di fumetti. Il regista Josh Boone ha recentemente annunciato che il film è in pre-produzione, ma del cast si sa ben poco. Chi interpreterà Cannonball, Magik e Wolfsbane? Fra i nomi appetibili ci sono Nat Wolff , Anya Taylor-Joy e Maisie Williams. L’1 giugno del prossimo anno sarà il turno del mercenario chiacchierone. Deadpool 2 vedrà il regista David Leitch al posto di Tim Miller, mentre nel cast compariranno, fra gli altri, Zazie Beetz nei panni di Domino e Josh Brolin nel ruolo di Cable. Non si toccano, invece, Ryan Reynolds e gli sceneggiatore Rhett Reese e Paul Wernick, come riporta l’Hollywood Reporter.



Gli X-Men – Autunno, tempo di mutanti. La 20th Century Fox ha annunciato che il 2 novembre 2018 arriverà X-Men: Dark Phoenix, sequel di X-Men: Apocalypse. Le indiscrezioni in merito alla pellicola sono scarse, ma si può presumere che Jean Grey interpretata da Sophie Turner (la Sansa Stark di Game of Thrones) avrà un ruolo fondamentale nella storia: “Dark Phoenix ritroverà una storia classica di fumetti che ha visto Jean Gray (Sophie Turner) diventare l'ospite della Phoenix Force". La pellicola si ritroverà a fare i conti con la concorrenza dell’action movie targato Disney ispirato a Mulan, in arrivo nel ventesimo anniversario del film originale del 1998.

E Avatar? – I fan della pellicola fantasy, invece, dovranno armarsi di pazienza: era il 2009 quando il regista James Cameron catapultava il pubblico nell’universo primordiale di Pandora, incassando oltre due miliardi di dollari a livello mondiale e vincendo tre Oscar. Di un secondo capitolo il regista ne aveva parlato già all’epoca ma la realise pare travagliata e i film previsti, nel frattempo, sono diventati quattro: “Ognuno di essi sta in piedi da solo – spiega il regista – ma insieme costituiscono una saga completa”. L’uscita del primo sequel, inizialmente prevista per il 2018, è stata rimandata al 2020, come annunciato sulla pagina Facebook ufficiale del film:



“Non c'è possibilità di essere pronti per il 2018. Ciò che le persone devono capire è la cadenza delle uscite. Non stiamo realizzando solo Avatar 2. Stiamo producendo Avatar 2, 3, 4 e 5. E' un'impresa epica. Non è un lasso di tempo irragionevole se ci pensate. Girare il primo film ha richiesto quattro anni e mezzo e adesso ne stiamo girando quattro”, ha spiegato Cameron al Toronto Star.

Una cosa è certa: dal 3D (senza occhialini) al formato HFR, ovvero una fluidità delle immagini data da almeno 60 fotogrammi al secondo, il film sarà un tripudio di sofisticate tecnologie.