Baywatch: la Recensione

Inserire immagine

Dal primo giugno arriva al cinema, il film tratto dalla famosa serie tv. Ambientata in Florida, una scostumata commedia in  costume da bagno. Una pellicola scacciapensieri  dall'umorismo sboccato. Nel cast Dwayne Johnson, Zac Efron, Priyanka Chopra,  Alexandra Daddario, Jon Bass e Kelly Rohrbach e Ilfenesh Hadera, insieme ai cameo di Pamela Anderson e David Hasselhoff

 

di Paolo  Nizza

 

Una risata ci seppellirà. Probabilmente sotto la dorata sabbia della Florida.  Oppure finiremo, nostro malgrado, soffocati dai i bicipiti di The Rock. O magari balia degli addominali di Zac Efron. Financo Perduti negli importanti decolleté di Priyanka Chopra, Alexandra Daddario. Kelly Rohrbach and Ilfenesh Hade. Perché Baywatch è Cinema fuori di testa e pure  fuori di seno. Un film iperproteico in cui non conta molto la trama che può essere riassunta in un paio di righe. Il bagnino Mitch Buchannon (Dwayne Johnson) continua a litigare con una nuova recluta insolente (Zac Efron). Tra un contrasto e l'altro i due scoprono un piano criminale che minaccia il futuro della baia di Emerald City. In Baywatch Contano i corpi, il citarsi addosso. Gli striminziti costumi attillati. La popolosa battigia, la parodia dello slow motion. Le corsette al rallentatore. Certo, nel plot spunta una deriva crime. A Emerald City si spaccia la flakka, la mortale cocaina raffinata in Cina. Ma importa il giusto, tutti febbricitano nell'attesa che compaiano i santini Pamela Anderson e David Hasselhoff. In fondo non è che l’iconica serie degli anni Novanta fosse un capolavoro di verismo e autorialità.

Con furbizia e mestiere Seth Gordon (Come ammazzare il capo e vivere felici, Io sono tu) sceglie di aggiornare un manufatto della cultura pop, al  tempo di Snapshot e Whatsapp. Su internet tutto è per sempre perché si scrive a penna e non a matita. Quindi, tra un salvataggio di un incauto natante e una virilità intrappolata in una sadica sdraio, c'è il tempo per un frizzo da caserma sul perineo di un defunto e un lazzo su figure mitologiche meta uomini e metà acqua scooter.Sono i personaggi, le battute, i muscoli ad alimentare questa pellicola in cui, i palestratissimi bagnini si abbuffano di carboidrati e calorie, alla faccia delle diete e delle insalatine.

 

Certo, il re di Baywatch è Dwayne-The Rock- Johnson.  Un Poseidone tre punto zero dal sorriso conturbante. Un fascinoso Nettuno, calvo e tatuato. Un erculeo eroe che pare dipinto da Luca Signorelli. Il bagnino che va al party figo in ciabatte infradito. Il possente dio della spiaggia è il fratello maggiore che tutti avremmo voluto e che non abbiamo avuto mai. 

 

 

Il suo antagonista è uno Zac Efron dalla tartaruga più scolpita della storia del cinema. In Baywach è un pompatissimo bad boy che risponde al nome di Matt Brady (un omaggio al film lo Squalo). Zac dopo Cattivi Vicini, ci ha preso gusto a bazzicare la commedia scorretta e un po’ sporcacciona. E in Baywtach il bravo Efron è pronto a farsi sbertucciare senza soluzione di continuità e privo di qualsiasi vergogna con un repertorio di epiteti che vanno da One Direction a New Kids on the Block, da Justin Bieber a Bimba

Ça va sans dire, non poteva mancare Il nerd, il geek, il loser dal pronunciato panicolo adiposo. Qui ha la ciccia e la simpatia di Jon Bass che canta sotto la doccia una hit ineluttabilmente femminea. L'impacciato ragazzotto ha perso la trebisonda per la bagnina  C.J. Parker, ruolo reso famoso dalla leggendaria Pamela Anderson. Al posto di Super Pam c'è Kelly Rohrbach, modella di Sport Week, che di buono non ha solo il cuore. Una barbie alla mano che sa, parafrasando Proust, quanto sia giusto lasciare gli uomini belli alle donne prive di fantasia.

 


A fianco di C. J c’è la recluta Summer Quinn, interpretata Alessandra Daddario. Dopo la prima stagione di True Detective, l'attrice si rilassa. Anche per i più morigerati risulta complesso guardarla solo negli occhi


Completa la squadra di Baywatch la tostissima e altissima Stephanie Holden (Ilfenesh Hadera) Come in Billions dove interpretava la segretaria del roscio Bobby, Ilfenesh parla poco. A volte un corpo vale più di mille parole. 

 

 

 

 

A svestire i panni della cattivona di Baywatch è Priyanka Chopra, che fu Miss Mondo nel 2000. In trasferta da Quantico Priyanka è deliziosa e crudele. Una parodia di una malvagia uscita dai film di James Bond. Il lato oscuro di Jessica Rabbit. L'esotica e letale femme fatale made in India che usa gli uomini come cleenex.

 

 

 

Insomma Baywatch un divertissement leggero come una birra gelata ingollata in spiaggia. Un’operazione consapevolmente triviale.  Un po' come farsi una lampada solare. Un trifacciale tamarro. Ma, a volte, capita di desiderare anche questo.