Allenati come Wonder Woman. Parola di Gal Gadot

Inserire immagine

Come si ottiene il fisico mozzafiato della Principessa delle Amazzoni? L’attrice protagonista svela i segreti degli estenuanti allenamenti seguiti per entrare completamente nel personaggio dei fumetti DC Comics

Tonica e dai muscoli scolpiti: Wonder Woman sfoggia sul grande schermo una forma da urlo. D’altronde per salvare il mondo serve un certo fisico… Kung Fu, kickboxing, spada, jujutsu, brasiliano: all’attrice Gal Gadot è servito un lungo e faticoso workout per ottenere un aspetto simile.

A ben guardare, l’allenamento rigoroso non è una novità per la Gadot, che prima di raggiungere il successo al cinema ha fatto parte delle Forze di difesa israeliane come istruttrice di combattimento. Eppure, ammette l’attrice israeliana, è stata più dura della gavetta militare: “Mi sono allenata per 6 mesi prima delle riprese. 6 ore al giorno, 2 ore di lavoro in palestra, 2 ore di combattimento e coreografie, 2 ore a cavallo, che è super difficile”. Se imparare le coreografie di combattimento non le è risultato particolarmente difficile, grazie ai dodici anni di danza che vanta alle spalle, Gal Gadot ricorda con fatica gli allenamenti in sella al cavallo: "Ho pensato che avrei amato imparare a cavalcare, sembrava che fosse così facile… Ma non lo è stato affatto. E ‘ stato faticoso e doloroso, avevo tonnellate di contusioni”.



L’allenamento non sembra così estenuante? Lo ha testato il presentatore americano Conan O’Brien, con tanto di video trasmesso durante il suo Late Show a testimoniare il duro workout eseguito insieme alla protagonista del film di Patty Jenkins.



Gal Gadot è apparsa per la prima volta nei panni della Principessa delle Amazzoni nel film Batman v Superman: Dawn of Justice del 2016, con tanto di pancione per la sua seconda gravidanza. E già allora aveva dichiarato di darsi parecchio da fare con il fitness: “Mi tengo sempre attiva e pratico tutto quello che rappresenta una vera e propria sfida fisica: non mi limito solo al Pilates o all'allenamento in sospensione, che mi piace molto perché riesci a far lavorare tutto il corpo, ma pratico una vasta gamma di sport. Faccio anche allenamenti cardio, ma preferirei dedicarmi di più ai pesi. Cerco di mangiare sano, ma a volte sgarro coi cheeseburger. Fa bene allo spirito. Poi cerco di tenere tutto ben bilanciato e bevo un sacco di acqua”.