L’Odissea, la vera storia di Jacques Cousteau

Inserire immagine

Arriva su Sky Cinema Cult, all’interno del ciclo Biograficult, domenica 25 giugno alle 21.00,  ilfilm sulla vita del leggendario oceanografo e documentarista. Firmato dal regista francese Jérôme Salle


C’è un mondo intero e sconosciuto, come quello degli oceani  fatto di silenzio ed emozioni fortissime che per la maggior parte della gente che vive sulla terraferma non sono altro che echi lontani e imperscrutabili.  Non deve essere stato così per  Jacques-Yves Cousteau che con il suo inseparabile cappellino rosso, a bordo della sua Calypso, ha speso tutta la sua vita alla ricerca dei misteri profondi nascosti nelle profondità degli abissi. . Pur essendo considerato il più famoso ricercatore marino di sempre, Cousteau rimane un personaggio misterioso raramente raccontato sul grande schermo, fatta eccezione per La vie aquatique (2004) di Wes Anderson. Così, Jérôme Salle ha deciso di raccontare il controverso comandante quando ha scoperto che il figlio non sapeva niente del suo idolo di infanzia, di quel visionario inventore che stava ritornando negli abissi del continente blu da lui stesso esplorato nell’arco di una vita. Tra agiografia, dramma familiare e lezione ambientalista, L’Odissea rivisita il mito superando le convenzioni del biopic.  L’appuntamento è su Sky Cinema Cult, all’interno del ciclo Biograficult, domenica 25 giugno alle 21.00.

Scritto da Jérôme Salle e Laurent Turner, la pellicola inizia nell’estate del 1946. Jacques Cousteau prende suo figlio Philippe per mano e lo immerge nelle acque calde del Mediterraneo. Grazie a un piccolo scafandro costruito su misura, il bambino respira sott’acqua per la prima volta nella sua vita. Meravigliato, scopre questo mondo silenzioso che suo padre ha esplorato per primo.  Un mondo fiabesco e magnifico dalla fauna multicolore. Dieci anni dopo, quando Philippe, diventato adulto, rincontra suo padre a bordo della Calypso, scopre che il padre tanto adulato è cambiato molto. Diventato ormai una star mondiale grazie al cinema e alla televisione, Jacques gira il mondo a grandi passi. Progetta delle idee sempre più megalomani, sognando di trapiantare le branchie agli uomini e di costruire delle città sottomarine. Lanciato in questi progetti, Jacques sta rovinando tutto. La sua famiglia soprattutto. Ma anche questo mondo sottomarino scoperto vent’anni prima. Un mondo che l’inquinamento e il progresso cominciano a distruggere…