Milionari, ascesa e caduta di un boss

Inserire immagine

Ispirato al libro omonimo e alla vita del camorrista Paolo Di Lauro, il film sull’ascesa e la caduta di un clan criminale, con Valentina Lodovini e Francesco Scianna. Trent'anni di storia napoletana raccontati attraverso le imprese criminali di un boss e della sua famiglia, scissa tra l'aspirazione a una vita borghese e le pulsioni profonde della sopraffazione. Appuntamento, in prima tv, martedì 13 giugno alle 21.15 su Sky Cinema Uno

Tratto da una storia vera e con tanto di libro omonimo firmato dal pubblico ministero Luigi Alberto Cannavale e Giacomo Gensini, arriva su Sky Cinema Uno, in prima tv, martedì 13 giugno alle 21.15, il film Milionari, quarto lungometraggio del regista autore Alessandro Piva, già pluripremiato per LaCapaGira.

Il film di Piva racconta la faida di Scampia, la guerra di camorra che insanguinò la periferia nord di Napoli nel corso della cosiddetta “scissione” in seno al clan Di Lauro, guidato dal boss Paolo detto “Ciruzzo ‘o milionario”.

Nel cast corale, accanto ai due protagonisti Francesco Scianna e Valentina Lodovini, cioè il boss Marcello Cavani detto Alèndelòn (che il giovane Daniele Boccarusso interpreta da ragazzo) e sua moglie Rosaria, spiccano gli ottimi Gianfranco Gallo e Salvatore Striano, schierati sui lati contrapposti di una faida di camorra che si rifà (cambiando i nomi dei personaggi) a quella che, tra ottobre 2004 e settembre 2005, vide coinvolti il clan del boss Di Lauro e i cosiddetti scissionisti, provocando oltre 70 morti.