Leoni: una commedia all’italiana nel profondo Veneto

Inserire immagine

Mercoledì 28 giugno in prima serata su Sky Cinema Comedy andrà in onda la prima TV di Leoni, il film di Pietro Parolin originale omaggio alla commedia all'italiana con Neri Marcorè. Gualtiero Cecchin non ha mai avuto problemi di soldi, è sempre stato un figlio di papà, arrogante e viziato, ma simpatico. Con la crisi e i soldi ormai finiti, come può tornare ai vecchi fasti? 

La crisi è ormai assodata, anche in Veneto, dove si era abituati a veder le cose marciare in un unico modo, quello “giusto”. Ma ora sopravvivere è difficile. Gualtiero Cecchin non ha mai avuto problemi di soldi: fino a poco tempo fa era un vero figlio di papà, arrogante e viziato… ma simpatico. Ora che i soldi sono finiti come farà a tornare ai vecchi fasti? Con un’idea e una buona dose di incoscienza o con una nuova impresa, anche se in modo non del tutto convenzionale?

 

Leoni nasce dalla vogli del regista Pietro Parolin di riportare in vita un certo tipo di commedia all’italiana degli anni settanta prendendo il sentiero tracciato da grandi opere quali “Signore e Signori” di Germi dove la provincia veneta è messa sotto torchio da un’aspra critica sociale. Il suo protagonista, Gualtiero è un uomo “mito” in città, a Treviso, dove trova un equilibrio tra moglie, figlio e amante e passa le giornate a crogiolarsi nei soldi.

 

 

 

 

Il regista rimette in scena le strambe dinamiche dell’alta società veneta e riesce nel suo intento soprattutto grazie al suo attore protagonista Neri Marcorè che è riuscito a dare voce alla satira quella che, con le parole del regista “se funziona, può caricarsi anche di commiserazione, non gratuita, costruttiva”, e continua “Mescoliamo assieme una riflessione tragicomica sulla crisi, una frustata alle insicurezze umane e qualche tocco iperbolico per andare a far squillare un campanello, o almeno provarci, che tace da tanto tempo: quello della satira, pura, a tratti esagerata, mai volgare”.

 

Guarda il trailer: