Genova per lui, Paolo Villaggio, è il profumo di pitosforo

Inserire immagine

Il suo cuore ha sempre battuto sotto la Lanterna, tra il liceo D'Oria e la Sampdoria, la Baistrocchi e le navi da crociera fino all'amicizia con Fabrizio De Andrè. Il racconto della Genova di Paolo Villaggio , Fantozzi e Fracchia . Dal 3 al 9 luglio: Sky Cinema rende omaggio al grande attore appena scomparso con una programmazione speciale su Sky Cinema Comedy per tutta la settimana, in prima e seconda serata con maratona finale domenica

(@BassoFabrizio)

Sono tre le caravelle sulla scalinata del Liceo Classico Andrea D'Oria. Sono disegnate con i fiori. Dall'altro lato c'è la Questura. In fondo alle scale c'è un piazzale, luogo di ritrovo e di mitiche partite a calcio tra liceali. In cima si arriva in una panoramica terrazza che ci accompagna verso il centro storico, i caruggi, il mare, il quartiere del Molo. Lì ha studiato il giovane Paolo Villaggio. E, in qualche modo, quelle tre caravelle ricordano, oltre l'epopea di Colombo, quella dell'attore genovese, una per lui, una per Fracchia e una per Fantozzi.

A Genova frequenta le scuole elementari alla Diaz, insieme al fratello Piero, scomparso nel 2014, che fu docente alla Scuola Normale Superiore di Pisa. In classe con loro Paolo Fresco, futuro manager Fiat. Villaggio è molto legato a quella stagione, della quale ricorda le ristrettezze imposte a lui e alla sua famiglia, nonostante una certa agiatezza, dalla guerra e che ha ripercorso e raccontato nell'opera teatrale Delirio di un povero vecchio. Fervente tifoso della Sampdoria, la segue in ogni sua epoca, da quelle difficili della Serie B fino allo storico scudetto della stagione 1990/91 con presidente Paolo Mantovani. Liceo al D'Oria, appunto, poi una idea di Giurisprudenza. Ma non dura. E' inquieto. E' artista. chiude i tomi universitari, fa mille lavoretti, cameriere compreso, finché non si scopre cabarettista: si imbarca, come intrattenitore, sulle navi della Costa Crociere. Lì si salda l'amicizia con Fabrizio De André. Negli anni Sessanta viene assunto come impiegato dalla Cosider. E' un p.r. ante litteram: infatti è addetto all'organizzazione di eventi aziendali compreso lo scambio di doni natalizi tra dirigenti e la premiazione dei dipendenti meritevoli. Sono i semi da cui germoglierà, nel 1971, la figura del ragioniere Ugo Fantozzi.

Paolo Villaggio e Fabrizio De André si incontrano nel 1948 vicino a Cortina D'Ampezzo. Entrambi insofferenti, in lotta col mondo, rivoluzionari e fannulloni, linguaggio colorito e tagliente. Quando tornano a Genova iniziano i bivacchi tra osterie e case di amici. De Andrè scrisse La Canzone di Marinella, ma la sua diffusione era ancora stretta nella cerchia degli amici. Arrivano poi Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers e, soprattutto Il Fannullone che racconta la gioventù genovese scapestrata dei due. I testi sono di Villaggio, le musiche di De Andrè.

Torniamo un pochino indietro nel tempo, è la metà degli anni Cinquanta. A Genova c'è, dal 1913, la Compagnia goliardica Mario Baistrocchi: è composta da attori e ballerini non professionisti, spesso studenti o ex studenti dell'Università di Genova che, travestiti da donne (celebre il Can Can che chiude ogni rappresentazione da oltre un secolo), fanno satira sui politici locali e nazionali. Della compagnia hanno fatto parte, tra gli altri e oltre la coppia Villaggio/De André, Enzo Tortora e Carmelo Bene. Villaggio vi partecipa come autore, presentatore, protagonista di sketch. Poi sposta le sue esibizioni al Teatro di Piazza Marsala, pieno centro città di Genova: sul palco diventa un uomo timidissimo, caratteristica che ritroveremo in Fracchia e Fantozzi. Nel 1967 quella fiutatore di talenti che è Maurizio Costanzo gli consiglia di portare il suo cabaret a Roma.

Sono sempre rimasti in contatto. Solo quando la malattia aggredì De André scelsero di non incontrarsi più negli ultimi due mesi. Troppo crudele quella situazione, Villaggio disse che non stavano vivendo un gioco o letteratura ma una terribile realtà. Il giorno dei funerali di Faber, Paolo Villaggio respirò l'emozione e l'affetto della gente. Disse che per la prima volta aveva provato invidia per un funerale. Ora la loro Genova rinasce in un altro luogo. E insieme, cazzeggiando, torneranno a respirare il profumo del pitosforo.

Dal 3 al 9 luglio: Sky Cinema rende omaggio al grande attore appena scomparso con una programmazione speciale su Sky Cinema Comedy per tutta la settimana, in prima e seconda serata con maratona finale domenica (La prima serata di SCComedy è alle 21.00)
Lunedì 3 luglio IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO in prima serata (21.00) e FANTOZZI IL RITORNO in seconda
martedì 4 luglio LE COMICHE 2 in prima e FANTOZZI 2000 – LA CLONAZIONE in seconda
mercoledì 5 luglio FANTOZZI IN PARADISO in prima, BANZAI in seconda
giovedì 6 luglio FANTOZZI IL RITORNO in prima, TRE TIGRI CONTRO TRE TIGRI in seconda
venerdì 7 luglio FANTOZZI 2000 – LA CLONAZIONE in prima, PALLA DI NEVE in seconda
sabato 8 luglio IO NO SPIK INGLISH in prima, IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO in seconda
domenica 9 luglio IL…BELPAESE in prima, LE COMICHE 2 in seconda

Inoltre, maratona con tutti i titoli a partire dalla mattina di domenica 9 luglio con i 3 titoli FANTOZZI nel pomeriggio.

Su Sky On Demand da oggi 3 luglio già disponibile una collezione cinema dedicata con i seguenti film:
Il... Belpaese
Tre Tigri Contro Tre Tigri
Le Comiche 2
Io Speriamo Che Me La Cavo
Fantozzi In Paradiso
Io No Spik Inglish
Palla Di Neve
Fantozzi - Il Ritorno
Banzai
Fantozzi 2000 - La Clonazione