Tre anni senza Robin Williams, il ricordo del Genio Ribelle

Inserire immagine
Robin Williams, nelle vesti di Peter Pan in 'Hook-Capitan Uncino'

Tre anni fa, l’11 agosto Robin Williams lasciava un vuoto incolmabile nel panorama cinematografico e nel cuore di amici, familiari e fan della sua comicità profonda e mai banale. In ricordo del grande attore, Sky Cinema Uno gli dedica una speciale programmazione, a partire dalle ore 19.15 . Tre dei suoi più grandi e amati successi, uno dopo l’altro, per sorridere ancora una volta con quest’eterno Peter Pan. Si inizia con Jumanji , un gioco al quale è letteralmente impossibile smettere di giocare, segue Hook-Capitan Uncino , il capolavoro Disney diretto da Spielberg e conclude la serata, Will Hunting-Genio ribelle , che gli valse l’Oscar nel 1997

Tre anni fa, l’11 agosto, Robin Williams lasciava un vuoto incolmabile nel panorama cinematografico internazionale e nel cuore di amici, familiari e fan della sua comicità profonda e mai banale, capace di commuovere e divertire allo stesso tempo. In ricordo del grande attore, Sky Cinema Uno gli dedica una speciale programmazione, riproponendo tre dei suoi film più famosi. 

Si parte alle ore 19.15 con Jumanji, di Joe Jhonson, tratto dall’omonimo albo illustrato scritto da Chris Van Allsburg.

La storia è quella di un gioco maledetto, al quale non si può smettere di giocare e che riesce letteralmente a trascinarti al suo interno. Chi non ricorda l’inquietante sentenza "Nella giungla dovrai stare finché un 5 o un 8 non compare" che ha condannato il piccolo Adam (Robin Williams) a passare vent’anni tra perfide scimmie, un cacciatore di esseri umani e bestie feroci?

Tanti anni dopo, altri bambini trovano il gioco e, tirando i dadi riescono a liberare non solo l’ormai cresciuto Adam, segnato da anni di ansie e paure nell’oscurità della foresta, ma anche tutti i pericolosi abitanti di Jumanji. Sarà compito di Williams e dei suoi nuovi compagni d’avventura rimettere tutto in ordine e provare a rendere il gioco inoffensivo.

Con effetti grafici d’avanguardia per l’epoca di produzione (siamo nel 1995), il divertimento, ma anche un po’ d’ansia, sono assicurati in un film ormai divenuto cult e amato da grandi e bambini.

In prima serata, invece, voleremo tutti sull’isola che non c’è, insieme a Peter Pan (Robin Williams), Campanellino (Julia Roberts), il cattivissimo Giacomo Uncino (Dustin Hoffman) e il suo immancabile tirapiedi Spugna (Bob Hoskins).

Hook-Capitan Uncino, vanta un cast d’eccezione e la regia ispirata di Steven Spielberg che riesce a realizzare uno straordinario film Disney con personaggi in carne ed ossa.

La storia è ambientata anni dopo il capolavoro d’animazione, Peter è cresciuto, vive a San Francisco con moglie e figli e ha dimenticato com’era volare, credere nei sogni e nuotare con le sirene. Uncino, però, ricorda perfettamente il suo vecchio rivale e rapisce i suoi bambini per riportarlo a Neverland e sfidarlo in un ultimo, decisivo duello.

Con una straordinaria e sempre molto british Maggie Smith nel ruolo di una Wendy Darling ormai anziana, il film è un capolavoro che insegna come vivere possa essere “un’avventura straordinaria”.

Il tributo termina, infine, con il film che gli è valso l’Oscar come miglior attore non protagonista  nel 1997, Will Hunting-Genio ribelle, diretto da Gus Van Sant.

Williams, nella pellicola nata da un’idea di Ben Affleck e Matt Damon, veste i panni dello psicologo Sean McGuire, l’unico in grado di instaurare un rapporto profondo e sincero con Will Hunting, un ragazzo proveniente dai bassifondi, dal carattere difficile, ma con incredibili capacità logiche e di calcolo.

Una storia di paure, limiti da superare, traumi, rivincite, che insegna ad affrontare la vita, senza lasciarsi condizionare dal passato, per quanto difficile e doloroso possa essere.

Tre film, quelli proposti da Sky Cinema Uno l'11 agosto, che ripercorrono una piccola parte della carriera di una attore eclettico, capace di muoversi abilmente tra i ruoli più diversi, di strappare sorrisi e lacrime agli spettatori, di regalare personaggi unici e far rivivere storie straordinarie sul grande schermo. Da Mrs. Doubtfire a Patch Adams, da Good Morning, Vietnam a Una notte al museo , Robin Williams, con quel sorriso che in realtà ha nascosto per anni una profonda sofferenza, è parte imprescindibile non solo della storia del cinema, ma anche della vita di tutti coloro che si sono emozionati davanti alle sue straordinarie interpretazioni.