Gorky Park, nella gelida Mosca in ricordo di Lee Marvin

Inserire immagine
Lee Marvin e Joanna Pacula in una scena del film

Sky Cinema Classics ricorda il genio di Lee Marvin, martedì 29 agosto alle ore 21.00. A trent’anni dalla scomparsa dell’attore statunitense, Sky ripropone Gorky Park, la spy-story ambientata tra le nevi di Mosca, tratta dall’omonimo romanzo di Martin Cruz Smith

 

Trent’anni fa, il 29 agosto 1987, ci lasciava Lee Marvin, attore statunitense vincitore del premio Oscar come protagonista in Cat Ballou ed ex Marine congedato a causa di una ferita di guerra.
Una storia fatta di sacrifici, gavetta e grandi interpretazioni, quella del newyorkese, noto soprattutto per i suoi ruoli da ‘villain’.
In ricordo della sua brillante carriera, Sky Cinema Classics gli dedica la prima serata martedì 29 agosto, con Gorky Park, la spy-story ambientata nella gelida Mosca, tratta dal romanzo omonimo di Martin Cruz Smith.

Il film di Michael Apted si apre nel pieno inverno moscovita, vicino al laghetto di Gorky Park, dove vengono ritrovati tre cadaveri, due uomini e una donna dal volto sfigurato e senza impronte digitali. Chi sono e cosa hanno fatto per meritare una tale violenza? Ad indagare l'ispettore Arkadij Renko (William Hurt) che in passato ha avuto rapporti non proprio positivi con il KGB. Tra misteri da risolvere e le ambiguità dei servizi segreti, entrano in scena la bellissima siberiana Irina (Joanna Pacula) e il ricco uomo d’affari Jack Osborne, interpretato da Lee Marvin

Attraverso questa pellicola datata 1983, lo spettatore si troverà immerso nel gelido clima russo, dove nulla è come sembra, nessuno è ciò che dice di essere e il KGB è sempre pronto a far sparire i personaggi scomodi.

Una Spy-story con la ‘s’ maiuscola, che rende onore al genio scomparso di Marvin.