Il cittadino illustre: una satira da Premio Nobel

Appuntamento, in prima tv, sabato 2 settembre alle 21.15 su Sky Cinema Uno . Candidato argentino per gli Oscar 2017 e Coppa Volpi per il protagonista Martinez, il film del duo Duprat e Cohn mette alla berlina la figura di un Premio Nobel, con risultati davvero esilaranti

Il cittadino illustre di Mariano Cohn e Gastn Duprat è una commedia argentina piena di umorismo e intelligenza e con un protagonista, Oscar Martnez, che non a caso ha guadagnato, con questo piccolo film indipendente argentino, la Coppa Volpi come miglior interprete maschile alla Mostra del cinema di Venezia dello scorso anno

Partenza fulminante  con lo scrittore Daniel Mantovani (Martnez) alle prese con un discorso, tra l'ironico e il crepuscolare, nel ricevere il premio Nobel per la letteratura (discorso diventato virale sul web). E poi in questo film, tra Scola e Risi, tutte le disavventure di quest'uomo, ammantato di un'ironia pari al cinismo, che ritorna dopo quarant'anni a Salas, il paesino in cui è cresciuto. I suoi romanzi, in realtà, ritraggono proprio la vita di questa piccola e provinciale località, così quando l'amministrazione locale lo invita per conferirgli il più alto riconoscimento del paese, la medaglia per il Cittadino Illustre, Daniel, seppur con riluttanza, accetta.

Ma il suo non sarà affatto un ritorno trionfale al paese per incontrare di nuovo amici, amori e paesaggi della giovinezza, ma piuttosto un'esperienza tragicomica. Una volta lì, lo scrittore scoprirà non solo le affinità che lo legano a Salas, ma anche le estreme differenze che lo trasformeranno rapidamente in un elemento estraneo e di disturbo per la vita dell'intero paese. L'accoglienza iniziale dei compaesani scomparirà con il crescere delle controversie, delle liti, dei rancori, raggiungendo un punto di non ritorno che mostrerà due visioni incompatibili del mondo.