Per Amor Vostro, una vita in bianco e nero

Inserire immagine

Sky Cinema Cult dedica la prima serata di giovedì 7 settembre a Napoli, alla rinascita, al sacrificio rappresentati da un’impressionante Valeria Golino in Per amor vostro , il film di Giuseppe M. Gaudino con il quale l’attrice ha vinto la Coppa Volpi alla 72° Mostra del Cinema di Venezia

Per amor vostro, il film che è valso a Valeria Golino la Coppa Volpi alla 72° Mostra del Cinema di Venezia, va in onda su Sky Cinema Cult, giovedì 7 settembre alle ore 21.00.

Il regista, Giuseppe M. Gaudio, riesce, attraverso l’alternanza delle scene a colori con quelle in bianco e nero, a trasportare lo spettatore nel cuore di Anna, la protagonista e della sua città, Napoli, con la quale ha in comune molto più di quanto pensa.

Anna era una bambina vivace, allegra, ma la vita e soprattutto un matrimonio sbagliato le hanno portato via la luce e quella gioia interiore che un tempo le illuminavano il viso. Nonostante un marito violento che l’ha convinta di non valere niente, la donna resiste per amore dei tre figli. La vita grigia della donna è illuminata da brevi, intensi momenti a colori come quando si affaccia dalla terrazza di casa sua, da cui si vede il mare, infinito, profondo e accecante. Le cose cambiano quando ottiene un lavoro come suggeritrice in uno studio televisivo, qui tutti riconoscono il suo valore. È lei a non vedersi più per la persona che è davvero.

Da bimba coraggiosa a vera e propria ignava, Anna, il cui nome rimanda, più o meno inconsciamente, alla grandiosa Anna Magnani, non sceglie mai, è una marionetta nelle mani altrui e non riesce a cacciar di casa il marito violento, invischiato in un sistema di usura.
Ma presto, i colori torneranno a sconvolgerle l'animo martoriato, dandole la forza per sollevarsi dal suo stato di rassegnazione.

Il legame tra la protagonista e la sua città nasce dalla capacità di chiudere gli occhi dinanzi al degrado morale che le circonda, per il bene proprio e soprattutto, di chi amano, e allo stesso tempo, dall'essere ricche di meraviglie, di bontà, di cuore e di quella comprensione per il prossimo che difficilmente viene loro ricambiata.

Gaudio ha realizzato una piccola opera d’arte, una finestra sul mare del cinema italiano contemporaneo.