Fuoricinema 2017: tutto un altro film

Inserire immagine
Cristiana Capotondi
@Getty Images

Si è tenuta all’Anteo Spazio Cinema la conferenza stampa di presentazione della prima edizione di Fuoricinema, in programma a Milano dal 15 al 17 settembre. Ad introdurre e a moderare l’evento è stata Cristiana Capotondi, ideatrice dell’evento insieme a Cristiana Mainardi. Fuoricinema vede come media partner anche Sky Italia 

Dopo il successo dell’ edizione zero, l’anno scorso, sotto il cielo di CityLife torna il grande appuntamento con il cinema a Milano (dal 15 al 17 settembre). Un evento per il mondo della settima arte, all’aperto, gratuito e accessibile a tutti. Dal mattino fino al tardo pomeriggio, una non stop di artisti moderati da giornalisti e conduttori darà vita a una maratona di incontri, che al tramonto lascerà spazio, fino a notte fonda, alla proiezione di film. Una scenografica location, che si estenderà da Piazzale Giulio Cesare fino ad arrivare all’interno del Parco di CityLife, accoglierà gli ospiti con palco, schermo, arena da 1.500 posti a sedere e 2.000 posti sul prato, un villaggio gastronomico con street food, market place, area bambini attrezzata e aree relax per vivere piacevoli momenti di condivisione.

Quest’anno il  concept della rassegna è la centralità dello spettatore che, da semplice fruitore di cultura, diventa attivo nell’interazione con il mondo artistico. Il tema cardine della versione 2017 è la realtà che fa da contraltare al “sogno”, oggetto della scorsa edizione. La realtà, che è ben rappresentata dalla pragmatica operosità di Milano – città della moda, del Salone del mobile, dell’Expo e capitale italiana delle start up digitali – “dove è possibile realizzare e consolidare progettualità” come dichiarano i direttori artistici Gabriele Salvatores, Gino e Michele, Lionello Cerri e dalle stesse ideatrici.

“Viviamo in un momento difficile per il cinema italiano - ha detto lo stesso Salvatores - ma, allo stesso tempo, entusiasmante perché sta cambiando tutto con l’avvento di nuove tecnologie come la realtà virtuale e di nuove modalità di fruizione. Un tema che approfondiremo nell’incontro con il pubblico di venerdì, dal titolo “O’ spettatore, mio capitano! L’industria dell’audiovisivo e il suo pubblico”. Ormai viviamo in una società interattiva e, probabilmente, gran parte della crisi che la settima arte sta attraversando deriva dall’assenza di interattività legata al film. Del resto il cinema ha dentro un aspetto fortemente autoritario, perché lo spettatore osserva passivamente le immagini scelte dal regista. A questo punto ci si chiede: come può essere interattivo il cinema? Proprio con eventi come Fuoricinema. Non si può amare una cosa se non la conosci. E il tentativo di Fuoricinema è proprio di far conoscere la settima arte. Il pubblico italiano si è allontanato dal grande schermo ma va riconquistato... “

Di questa edizione 2017 di Fuoricinema ancora una volta è media partner Sky Italia. Si è detta orgogliosa di essere presente per il secondo anno di fila a Fuoricinema come media partner Margherita Amedei, direttore di Sky Cinema: “Abbiamo sposato fin da subito questo progetto per i valori che questo evento porta con sé. Innanzitutto ci è sembrato fondamentale la volontà di mettere lo spettatore al centro, sensibilizzando il pubblico sul lavoro che sta dietro la lavorazione di un film. Per noi il cinema è un asset fondamentale della nostra offerta e Fuoricinema si sposa con la nostra visione. Inoltre, quest’anno porteremo quattro contenuti in prima visione aperti al pubblico”.

Tra gli appuntamenti Sky ben quattro proiezioni in anteprima: si parte con “L’ultimo sciamano”, primo lungometraggio prodotto e diretto da Raz Degan che ha lavorato al progetto per cinque anni. Il film racconta, attraverso la storia del giovane James Freeman, il percorso di rinascita spirituale e di conoscenza di se stessi per dominare un male come la depressione giovanile. Raz Degan e Luca Argentero (co-produttore del film) lo presenteranno a Fuoricinema venerdì 15 settembre alle 19 in un incontro moderato da Francesco Castelnuovo.

Sempre il 15 settembre alle 22.30 sarà mostrato in anteprima “La vita immortale di Henrietta Lacks”, film HBO con Oprah Winfrey e Rose Byrne, tratto dall’omonimo libro inchiesta scritto dalla giornalista Rebecca Skloot, che ha ricevuto una nomination agli Emmy Awards 2017. Racconta la storia di una donna afro-americana che diventa lo strumento inconsapevole di scoperte mediche sensazionali e rivoluzionarie: nei primi Anni Cinquanta le sue cellule furono utilizzate per creare la prima linea cellulare umana immortale.

Sabato 16 settembre alle 20.45 sarà la volta di “Wizard of lies”, altro film HBO diretto da Barry Levinson in cui Robert De Niro e Michelle Pfeiffer vestono rispettivamente i panni del truffatore finanziario Bernie Madoff e di sua moglie. Il film ha ricevuto ben quattro candidature agli Emmy Awards 2017

Domenica 17 settembre alle 20.35 le proiezioni Sky si chiudono con i primi due episodi di “When we rise”, la miniserie in quattro episodi che racconta la nascita, l’ascesa e le battaglie del movimento per i diritti gay, attraverso le storie di uomini e donne che negli anni hanno lottato per il movimento LGBT, partendo dai moti di Stonewall del ’69 fino ai giorni nostri. Scritta dal premio Oscar® Dustin Lance Black (Milk) e interpretata da Guy Pearce, Rachel Griffiths, Mary-Louise Parker e Whoopi Goldberg

Non mancheranno, inoltre, incontri di attori e volti noti del mondo Sky con il pubblico: · Mara Maionchi, giudice di X Factor, Antonia Klugmann, nuova giudice di MasterChef Italia,  Il vicedirettore di Sky Sport Guido Meda e il giornalista di Sky Sport Paolo Condò , Nina Zilli, giudice di Italia’s Got Talent,

Fuoricinema sarà anche al centro della striscia quotidiana Sky Cine News, con collegamenti e interviste dai luoghi della manifestazione. Le puntate speciali andranno in onda dal 17 al 19 settembre, alle 21.00 su Sky Cinema Uno HD.