Rogue One – A Star Wars Story, le curiosità sul film

Rogue One
@Disney

Lo spin-off della saga di Guerre Stellari va in onda in prima tv lunedì 16 ottobre su Sky Cinema Uno: ecco una serie di aneddoti interessanti e divertenti su Rogue One – A Star Wars Story.

Rogue One – A Star Wars Story, il primo spin-off di Guerre Stellari che andrà in onda in prima visione tv lunedì 16 ottobre alle 21.15 su Sky Cinema Uno, ha già fatto impazzire i fan della saga. Per questo motivo, l’appuntamento sul canale 301 di Sky è di quelli davvero da non perdere.

In attesa di vedere Felicity Jones nei panni di Jyn Erso in quello che è un vero e proprio prequel di Star Wars: Episodio IV – Una nuova speranza, ecco alcune curiosità e aneddoti divertenti sul film diretto da Gareth Edwards.

Addio alle tradizioniRogue One è il primo film della saga di Star Wars a non avere il classico testo a scorrimento come apertura iniziale.

Invidie tra robot – A quanto pare durante le riprese Anthony Daniels, l’attore che da sempre “abita” l’armatura del droide C-3PO, era molto infastidito dal fatto che il suo collega Alan Tudyk potesse comodamente interpretare il robot K-2SO con la tecnica della motion capture, senza dovere indossare ingombranti costumi.

Come gli originali – Secondo il costumista David Crossman, per rendere le atmosfere degli Star Wars precedenti, in Rogue One sono stati usati molti costumi originali dei tre capitoli iniziali della saga.

“Trapianto” di volto – Un fatto che ha destato particolare scalpore: siccome l’attore che interpreta Tarkin, Peter Cushing, è morto da tempo, per impersonarlo è stato chiamato il suo collega Guy Henry, a cui però è stata “incollata” digitalmente una replica in CGI della faccia di Cushing.

Alla cieca – L’idea di rendere il personaggio di Chirrut cieco è dello stesso attore che lo interpreta, il celebre artista marziale cinese Donnie Yen, che avrebbe accettato il ruolo soprattutto perché suo figlio è una grande fan di Star Wars.

Vecchie conoscenze – Mentre camminano sul pianeta Jedha, Jyn e Cassian si scontrano contro due strani figuri: si tratta di Dr Evazan e Ponda Boba, che si vedono anche in Star Wars: Episodio I – Una nuova speranza, all’interno della cantina di Mos Eisley.

Questo farà una brutta fine – Durante l’attacco ribelle a Scariff, qualcuno chiama il nome del capitano Antilles: si tratta di un personaggio già apparso in Una nuova speranza, dove però fa una bruttissima fine, ucciso dal suo superiore Darth Vader.

Finalmente blu – Nel film, oltre alle squadriglie Rossa e Oro degli X- Wing, compare anche quella Blu, che inizialmente doveva essere presente anche in Una nuova speranza, ma era stata riconvertita in Rossa a causa dei problemi dati dal colore utilizzando la tecnica del blue screen.

Cognome ingombrante Rogue One è il primo film della saga di Star Wars in cui nessuno menziona il cognome Skywalker.